Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalit illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Marione.net - Te la do io Tokyo
Downloads | Sondaggi | Cartoline | Giochi | Forum | Chat
Te la do io Tokyo
Notizie
A.S.Roma
Video
Cuccioli in attesa...
Speciali
 
Aggiungi a Linkedin Aggiungi a Facebook! Aggiungi a Digg! Segnala ad un amico via email
 
(24/02/2017) Inter

Pioli: Roma e Inter non sono lontane. Loro sono forti ma anche noi lo siamo

Le parole di Stefano Pioli.

Tanto entusiasmo intorno all'Inter: “Che stiamo vivendo una settimana che anticipa una partita importantissima è vero, però scalpito soprattutto per i prossimi due allenamenti. Questi dovranno essere molto efficaci, perché giochiamo contro un avversario forte ma siamo forti anche noi e la nostra prestazione dovrà essere di altissimo valore”.
 
Spalletti ha fatto dei cambiamenti, mettendosi a tre in difesa. La duttilità è il segreto degli allenatori italiani? “L’abilità sta nel cercare di capire che squadra si ha in mano, quali sono le caratteristiche dei calciatori e il poter essere efficace, compatto e solido con qualsiasi sistema di gioco. Strada facendo, poi, magari ci si accorge che altre posizioni in campo ti danno dei vantaggi e si insiste su quelle. Bisogna vivere le settimane, gli allenamenti e le prestazioni per capire su quali situazioni insistere”.
 
Come sarà Inter-Roma? “Sono due squadre dai valori importanti che proveranno ad esaltare i pregi e a coprire i difetti. Tutto questo con due potenziali offensivi che possono incidere. Abbiamo 8 punti di distanza dalla Roma, sono tanti, ma i numeri dicono che le squadre sono vicine per quello che creano e che subiscono. Le palle non decisive potrebbero diventare decisive, quindi servirà tanta attenzione”.
 
(Inter Channel)
 

Le parole in conferenza stampa.
 
Quanto è decisiva per l’Inter la partita di domenica? “E’ importantissima. Noi abbiamo fatto di tutto per arrivare a questa partita con gli avversari non tanto lontani in classifica, è inevitabile che vogliamo continuare ad insistere e a mettere sotto un avversario molto forte”.
 
Esonero di Ranieri: “Rimarrà nella storia ciò che ha fatto, questa è la cosa principale. Non c’è mai fine al peggio…”
 
Come è stata preparata la partita nella testa dei giocatori? “Stiamo preparando la partita a livello mentale come abbiamo preparato le altre. Vogliamo mettere in campo il nostro massimo potenziale e sappiamo che servirà giocare da squadra perché solo così possiamo pensare di superare la Roma. Il nostro obiettivo è prepararci al massimo per essere pronti per dare il massimo. Volevamo arrivare a questo appuntamento nel migliore dei modi e ci siamo riusciti, ora però conterà la partita di domenica”.
 
Dove l’Inter è riuscita ad avvicinarsi alla Roma? “Si affronteranno due squadre forti, che stanno molto bene. I numeri delle prestazioni, baricentro, possesso e conclusioni sono vicini e credo che i valori in campo si assomiglino molto. Tutte e due le squadre proveranno ad esaltare le loro qualità, coprendo i punti deboli. Vincerà la squadra che riuscirà a colpire i punti deboli dell’altra”.
 
La Roma all’andata colpì in contropiede sfruttando il campo aperto: “I pericoli possiamo correrli sia quando hanno loro la palla, sia quando l’abbiamo noi. Siamo preparati a questo, servirà avere una buona posizione in campo in modo da bloccare le ripartenze”.
 
Lei è stato vicino alla Roma in passato? “Prima che prendessero Luis Enrique… Ho avuto due incontri con Sabatini, poi hanno fatto altre scelte. Fu un casting anche quello. Non è andato bene quello, ma per fortuna è andato bene quello che contava”. 
 
La Roma è la sua bestia nera. C’è una sconfitta in particolare che vorrebbe cancellare? “Per mentalità non sono abituato a guardarmi alle spalle. I numeri non li tengo in considerazione, l’importante è ciò che possiamo fare adesso cercando di dare il massimo domenica”.
 
E’ preoccupato dal fatto di dover affrontare un calciatore come Dzeko senza Miranda? “L’importanza e il valore di Miranda non si possono non sottolineare ma ho le alternative giuste. Stiamo parlando di avversari che hanno tante soluzioni ed è impensabile impedire a loro di essere pericolosi. L’importante sarà avere le giuste contromisure”.
 
E’ possibile vedere un tridente con Perisic-Icardi-Eder più Candreva? “Abbiamo usato varie soluzioni offensive. In una partita, contro il Genoa, abbiamo usato Palacio, Eder e Icardi dall’inizio. La fase offensiva non dipende dal numero di attaccanti ma dipende dai tempi di gioco, dai movimenti e dalla voglia della squadra di fare la partita. Poi vedremo se giocheremo con 2, 3 o 4 giocatori offensivi. Gli equilibri e i tempi giusti sono fondamentali”.
 
L’Inter ha perso contro Juventus e Napoli. Cosa è mancato in quelle partite? “A Napoli è mancato solo l’approccio, perché la partita è stata equilibrata. A Torino è stato un particolare a farci perdere la partita che abbiamo giocato all’altezza. Questo ci deve far capire che saranno i dettagli a fare la differenza anche domenica. Su questi dettagli vogliamo incidere”.
 
Brozovic come sta? “Si è allenato ieri e oggi con la squadra, sta facendo di tutto per recuperare. se dovesse completare le ultime due sedute potrà essere della partita”.
 
La zona di Salah e Perisic può essere il nodo del match? “Tante sono le zone di campo con giocatori forti. Noi cerchiamo sempre di lavorare di squadra ma poi le gare si vincono con i duelli individuali e dobbiamo cercare di essere più forti di loro”.
 
Non c’è l’ossessione della Champions League. Quanto è importante lavorare cosi? “Noi abbiamo l’ossessione di dare il massimo e quindi entrare in campo convinti di poter vincere le gare”.
 
La disturba il fatto, guardando la classifica dell’Inter da quando lei è arrivato, di non aver iniziato l’avventura in panchina dalla prima giornata? “No, non ci penso perché non ho la controprova. L’importante è quello che faremo da domani in poi”.
 
La Roma fino ad oggi ha ricevuto 12 rigori, l’Inter solo 2 ma con lei in panchina nessuno. Quanto può pesare un errore arbitrale in un campionato livellato? “Alla fine dell’anno si dice che gli errori sono bilanciati. Io non lo so, dobbiamo restare concentrati sulle nostre prestazioni. Quelle le possiamo determinare. Questo è quello che conta. Poi se mi fai il confronto 12 rigori contro 2 la differenza è notevole e può pesare”. 
 
De Boer ha parlato di problemi extracalcistici. Come ha fatto lei a non avere questo tipo di problemi? “Perché alleno un gruppo responsabile che ha avuto atteggiamenti impeccabili. Lavoriamo con grande rispetto e con grande stima”.
 
Va a controllare i calciatori in discoteca? “Non ho mai frequentato locali e mi auguro che i miei calciatori li sappiano frequentare nel modo giusto e al momento giusto”.
 
Se l’Inter non dovesse vincere domani, la lotta per il terzo posto sarebbe finita? “Le partite che mancano alla fine sono tante ma a me non piace mettere il carro davanti ai buoi. Pensiamo a dare il massimo domani”.
 
Quanto è importante la presenza di Zhang? “La presenza di Zhang è importante e stimolante. Ha carisma e ogni volta che parla esprime concetti che ti entrano detto. La sua presenza è importante anche per il sostegno e il supporto che ci dà continuamente. Si parla di presente ma anche di futuro”.
 
Da quando è arrivato all’Inter su cosa ha lavorato principalmente? “Ho cercato di dare alla squadra un’identità, un modo di stare in campo. Non solo a livello tattico ma soprattutto a livello mentale. Su questo possiamo migliorare ancora”.
 
La coppia Kondogbia-Gagliardini: “Possono giocare insieme, sono diversi da Brozovic che è un calciatore che verticalizza di più e che si alza di più. Possiamo far bene con ogni calciatore. Spero possano stare bene per domenica”.
 
Lei sente una pressione forte da quando è all'Inter? “Spero di restare altri tre anni…”

 


Notizie correlate
24/04/2015 - (Inter) Mancini: "Sar una gara difficile, la Roma vuole conquistare il secondo posto"
Il match di domani contro la Roma, la condizione di singoli, un commento...
24/04/2015 - (Inter) I convocati dell'Inter
Tre portieri, nove difensori, sei centrocampisti e sei attaccanti...
29/11/2014 - (Inter) I convocati dell'Inter
I convocati per il match contro la Roma...
29/11/2014 - (Inter) Mancini: La Roma pu vincere lo Scudetto. Rudi Garcia un grande allenatore
Le parole di Roberto Mancini, allenatore dellInter, in conferenza stampa...
28/02/2014 - (Inter) I convocati di Walter Mazzarri
I convocati di Walter Mazzarri...
28/02/2014 - (Inter) Mazzarri: "La Roma una squadra forte. Ha una rosa importante"
"La Roma gioca bene, sa quello che fa, ben organizzata...
27/02/2014 - (Inter) Rolando: "Contro la Roma gara difficile. Totti? Un grandissimo"
"Sono felice qui all'Inter, sto giocando molto...
04/10/2013 - (Inter) Mazzarri: "Inter-Roma sar una grande partita"
Le parole di Walter Mazzarri...
04/10/2013 - (Inter) I convocati dell'Inter: non ci sono Campagnaro e Jonathan
i convocati di Walter Mazzarri....
02/10/2013 - (Inter) Ranocchia: "La Roma in testa al campionato non mi sorprende"
Le parole di Andrea Ranocchia....

 

Benvenuto su Marione.net - Il sito ufficiale di Marione e della Trasmissione Te la do io Tokyo - A.S. Roma Ascolta la trasmissione, a Roma sui 101.5, a Latina e provincia sui 96.0, a Frosinone sui 101.2, a Subiaco sui 102.0

E-mail in DIRETTA con TE LA DO IO TOKYO! Ebbene s!!! Potete spedire le e-mail durante le 4 ore di trasmissione! Linea diretta VIRTUALE con 'TE LA DO IO TOKIO'! L'E-MAIL E': diretta@marione.net

C' qualcosa che vorresti vedere su questo sito? Una nuova sezione? Le tue foto? Un gioco che hai realizzato? O una cartolina? Scrivici, siamo pronti a realizzare quasi tutti i vostri desideri!! :-) webmasters@marione.net

AVVISO AI NAVIGANTI Grazie di cuore per tutto ci che ci state inviando. Cercheremo di utilizzare le cose pi carine...! Vi ricordiamo inoltre che gli interventi pi belli in chat o nel forum saranno segnalati. Cosa aspettate dunque? Diteci la vostra!
Marione.net - Te la do io Tokyo
   Cookie policyPrivacy Copyright 2000-2017 Marione.net
VIDEO
05/12/2016
lazio - Roma 0-2 raccontata da Guido De Angelis
05/12/2016
Antonio Giampaoli - Bella sta citt quando la Roma vince il derby | lazio - Roma 0-2
05/12/2016
La Roma incontra i suoi tifosi prima del derby - Curva Sud Roma
Te la do io Tokyo in DIRETTA Internet
Scarica l'App per iPhone di Te la do io Tokyo
Gli Sponsor di Te la do io Tokyo
iltuoconsulente.net
Ma Cosa...  Curiosita', ricette, giochi e molto altro ancora
CLASSIFICA
Juventus 73
A.S. Roma 65
Napoli 63
Lazio 57
Atalanta 55
Milan 53
Inter 52
Fiorentina 48
Sampdoria 41
Torino 40
Chievo 38
Udinese 36
Bologna 34
Cagliari 32
Sassuolo 31
Genoa 29
Empoli 22
Palermo 15
Crotone 14
Pescara 12
CUCCIOLI IN ATTESA...


 


powered by Romavirtuale.com