Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su

(13/07/2017) On Air

Staderini (Radicali): La Roma userà parte dei ricavati dello stadio per pagare il mutuo

Intervenuto in diretta a Te la do io Tokyo (in onda su Centro Suono Sport), la trasmissione ideata e condotta da Mario Corsi, Mario Staderini dei Radicali Italiani ha parlato dello Stadio della Roma.

E’ una questione che seguiamo da tempo. Quando c’era da attuare le delibera abbiamo presentato le nostre obiezioni alla Giunta Raggi. L’esposto che abbiamo presentato è relativo ad un discorso di chiarezza sul progetto stadio della Roma. Se le cose sono regolari lo sapremo subito, se non lo sono non si perderà altro tempo. La questione di fondo riguarda l’interesse della città. Tutta la storia è legata ad un concetto, ovvero che, secondo loro, ci sarà un miglioramento della mobilità di quel quadrante. Il problema sta qua. E qui parlano i numeri. La pubblica utilità non si realizzerà mai,
perché lì in realtà la mobilità peggiorerà e quelle infrastrutture saranno impossibili da realizzare. Portare 55mila persone allo stadio sarà impossibile. Ci sono solo due vie d’accesso: la Roma-Lido, la peggiore linea ferroviaria d’Europa, e la via Ostiense. Passerebbero migliaia di macchine in un’ora e lo svincolo regge solo 400 macchine l’ora. E’ garantita la paralisi.

Sul trasposto su ferro, per il progetto la Roma-Lido, che oggi trasporta 4200 persone, dovrebbe contribuire per 20mila persone in un’ora e non sarà così. Le infrastrutture, secondo il nostro calcolo, dovrebbero costare più di un miliardo di euro.

In più mi pongo il problema della Roma. Proseguire con questo progetto è un problema per la Roma. Per realizzare le infrastrutture ci vogliono almeno 5 anni da oggi, per tempi tecnici. Dato che lo stadio non può aprire se non saranno realizzate le opere, l’inaugurazione non potrà avvenire prima del 2023. Questo è quello che ho chiesto all’assemblea degli azionisti. La Roma si troverà ad affrontare 5 anni d’attesa per uno stadio che neanche conviene allo società. Lo stadio la Roma, non lo costruirà, non lo gestirà e non sarà neanche proprietaria. Non riceverà neanche tutti gli incassi delle partite perché una parte servirà a pagare il mutuo dello stadio. Non ho capito cosa ci guadagna la Roma da questo, anche perché finora è quella che mette i soldi. I soldi pagati finora li ha messi la Roma. Non c’è una convenienza vera e propria. Poi c’è la legge sugli stadi, che dovrebbe restituire tutto il plusvalore mobiliare. Secondo i miei compagni Radicali tutto ciò non conviene alla città e secondo me non conviene neanche alla Roma. Il rischio è che alla conferenza dei servizi ci sia un via libera condizionato, dove tutti sono felici ma lo stadio non si fa e i costruttori tengono la licenza a costruire. Così La Roma rimane senza stadio e i trasporti paralizzati. E’ assurdo che il tifoso della Roma si debba trovare appeso al solo terreno di Tor di Valle. Ci sono altre ipotesi, come ha fatto la Juve che ha ricostruito su uno stadio già esistente. Secondo me si rischia di dare il primo ok, ma nel corso degli anni tutto salterà per il problema dei trasporti. Non è uno scenario ma una probabilità. Neanche il sì della conferenza dei servizi dà la certezza. Mi auguro che i calcoli vengano smentiti, ma il problema è che non succederà. Io ho votato per il sindaco Raggi, ma su questa questione hanno dovuto fare un bagno d’immagine. Spero venga fuori la verità.

Letto 2381 volte


Notizie correlate On Air

24/07/2017 (On Air)

Francesco Balzani a Te la do io Tokyo: La distanza con il Leicester per Mahrez è di circa 8 milioni, non è insormontabile

Intervenuto in diretta a Te la do io Tokyo (in onda su Centro Suono Sport)...

24/07/2017 (On Air)

Sospensione estiva diretta online, differita, podcast di Te la do io Tokyo

#podcast #diretta #differita #TeladoioTokyo

21/07/2017 (On Air)

Il podcast di Te la do io Tokyo - Puntata del 21 luglio

#Podcast #TeladoioTokyo #21luglio

20/07/2017 (On Air)

Il podcast di Te la do io Tokyo - Puntata del 20 luglio

#Podcast #TeladoioTokyo #20luglio

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet - SEO SEM
La tua voce
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
28.05.2017 18:00
A.S. Roma - Genoa 3 - 2
CLASSIFICA
Juventus 91
A.S. Roma 87
Napoli 86
Atalanta 72
Lazio 70
Milan 63
Inter 62
Fiorentina 60
Torino 53
Sampdoria 48
Cagliari 47
Sassuolo 46
Udinese 45
Chievo 43
Bologna 41
Genoa 36
Crotone 34
Empoli 32
Palermo 26
Pescara 18
SONDAGGI

Chi ha ragione tra Totti e Spalletti? - CHIUSO -

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!