Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su

(01/12/2018) A.S. Roma

Di Francesco in conferenza stampa: Abbiamo bisogno di uomini forti. Under? Domani sarà in campo

Le parole di Eusebio Di Francesco in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Inter.
 
Le condizioni di Perotti e Pastore: "Ad oggi sono disponibili ma il tempo di impiego è relativo perché non possono essere utilizzati dal primo minuto. L'ultimo allenamento darà delle risposte definitive ma se saranno della partita ciò non accadrà dall'inizio".
 
Come sta lavorando per rafforzare l'aspetto psicologico? "Non ho mai smesso, è un continuo lavoro che non sempre dà i suoi frutti. Tutti dobbiamo tirare fuori quel qualcosa in più e dare continuità per uscire fuori da queste difficoltà. Servirebbe anche quel pizzico di... come si dice in Italia? Per far sì che la palla entri, cosa che non sta accadendo".
 
La posizione avanzata di Florenzi nel tridente offensivo regala equilibrio? "Dirtelo darebbe un vantaggio a Luciano. Non parlo di formazione, anche se questa è un'ipotesi possibile, visto che lo abbiamo fatto anche in passato. Il ritorno di Perotti è un vantaggio ma dovrà crescere la sua condizione fisica". 
 
Schick si gioca un pezzo di futuro visto che ora mancherà Dzeko? "Ha giocato 500 minuti in più rispetto all'anno scorso e parliamo di circa quattro partite. Quindi ha avuto maggiore continuità. A Udine sono stato criticato per averlo fatto giocare, quindi mi chiedo, cosa si vuole? Noi abbiamo bisogno di una squadra mentalmente e fisicamente al top, in questo momento alcune scelte non le posso fare quindi Patrik deve dare qualcosa in più ed avere maggiore determinazione in quello che fa. Deve credere nei suoi grandi mezzi. L'aspetto mentale diventa predominante e lui deve migliorare e crescere in questo".
 
La Roma con questi calciatori che destino ha? "Abbiamo bisogno di uomini forti e dobbiamo aiutare questi uomini. E io devo cercare di dare più forza a questo gruppo lavorando sulla testa dei calciatori. Si può ancora tirare fuori qualcosa da questa squadra anche se al momento non si possono fare tante scelte. Noi siamo in debito con i tifosi a cui dobbiamo ridare qualcosa ma abbiamo bisogno di quel sostegno che ci hanno sempre dato".
 
Fazio giocherà contro l'Inter? "Non lo so, fa parte di una rosa di giocatori e la difesa è l'unico reparto in cui posso scegliere. Dipende da come giocherò, perché potrei puntare anche sulla difesa a tre, visto che sto provando due sistemi".
 
Come sta El Shaarawy: "E' infortunato, non sarà della partita e non giocherà neanche la prossima e valuteremo le sue condizioni, come quelle di Dzeko".
 
Compresa la scorsa stagione la Roma è andata sotto 23 volte, riuscendo a rimontare soltanto in tre occasioni. Perché? "Queste statistiche non le conoscevo ma in tante occasioni ne siamo usciti fuori. Dobbiamo cercare di andare in vantaggio per mettere la partita in un certo modo, perché poi può nascere il timore di non riuscire ad uscirne fuori. Io cerco di trasmettere determinati concetti che avevo anche da calciatore e dobbiamo fare in fretta".
 
La partita dello scorso anno può essere importante per capire cosa fare domani? Si aspettava le difficoltà di Nainggolan? "Nainggolan è un grande giocatore ed è stato sfortunato a causa di diversi infortuni che non gli hanno permesso di avere continuità e si vede che in partita non ha quella forza e quella esuberanza che lo ha sempre contraddistinto. Non posso poi pensare alla partita dello scorso anno, è passato troppo tempo. Mi auguro magari di fare quello che fece l'Inter, avere poche occasioni e vincere. Portare a casa la vittoria sarebbe determinante".
 
Il perché di tutti questi infortuni? "Se volete c'è anche uno studio della Uefa che parla degli infortuni che avvengono spesso in questo periodo qui, ovvero ottobre-novembre, e sono molto alti in tutte le squadre che giocano Champions e Europa League. La nostra sfortuna è che li abbiamo avuti tutti nello stesso momento. Poi ci sono alcuni casi specifici come Pastore e Perotti, i loro sono problemi che c'erano anche in passato e abbiamo aspettato un po' prima di rimetterli dentro per farli guarire. Dzeko, come avevo detto dopo la gara di Udine, mi aveva chiesto di farlo riposare e mi dava un feedback di stanchezza. I calciatori non possono fare 100 partite una dietro l'altra e non tutti riescono ad assorbirle e rispetto al passato i ritmi si sono alzati tanto. E questo porta ad alzare anche il ritmo degli allenamenti. Guardate El Shaarawy che rispetto all'anno scorso ha giocato 300 minuti in più. I rischi di infortunarsi sono dietro l'angolo".
 
Gli errori si ripetono nella Roma. Come si può cambiare questo aspetto psicologico? Sentite troppo quello che viene detto su di voi? "E' inevitabile non sentire anche se ci dobbiamo tappare le orecchie il più possibile. Io più che giustificare le cose, le devo spiegare. E' facile dire "l'avevo detto", mentre io devo risolvere le cose e trovare la soluzione a questi problemi. Una situazione si deve leggere in pochi secondi, guardate Fazio contro il Real Madrid, il primo pensiero è quello di mettere la palla lateralmente o calciarla verso la porta avversaria, quindi è una lettura anche tattica. Bisogna lavorare per eliminare questi errori".
 
Un giudizio su Politano. La Roma poteva crederci di più? "Sono stato uno di quelli che lo ha mandato via dalla Roma, perchè quando ero a Sassuolo avevo chiesto di riscattarlo. Lui è legato a questa squadra, ha grandi potenzialità, ha lavorato benissimo e si sta togliendo grandi soddisfazioni. Bisogna fargli i complimenti per la sua crescita. Sono affezionato a questo ragazzo".
 
Come ci si arriva a giocare una partita che potrebbe determinare anche il suo futuro? L'Inter è più forte della Roma? "Ad oggi si e lo dicono i risultati in campionato, mentre in Champions il percorso è simile anche se abbiamo gironi differenti. E' cresciuta tanto, ha dato continuità a determinati giocatori, ha calciatori forti e Luciano sta facendo un ottimo lavoro. La squadra è più aggressiva è in crescita ed ha grandi potenzialità. Sul mio futuro dico che cercherò sempre di dare il massimo, con il desiderio di vedere una squadra con il sangue agli occhi. Voglio vedere un passo diverso che mi auguro scatti domani". 

Si può battere questa Inter? "Abbiamo dimostrato di poter far di tutto e dobbiamo dimenticare gli errori, farne tesoro e affrontare questa partita con determinazione".
 
La squadra può invertire la rotta? Ha delle soluzioni? "Nella fase offensiva siamo mancati nell'andare a chiudere ma cerchiamo di fare la partita. Le occasioni le creiamo ma non le chiudiamo. Il problema non è la fase offensiva ma è l'aspetto mentale. Gli errori sono stati anche individuali e dobbiamo migliorare".
 
Quanto sarà importante costruire una manovra con una circolazione di qualità domani? "L'Inter cerca anche di fare la partita e non parte solo in contropiede. Anche noi siamo stati bravi a volte a ribaltare le azioni e dovremo sfruttare le possibilità e gli spazi che ci lascerà l'Inter. Anche la serenità ti dà tranquillità nel palleggio. Le squadre che sbagliano meno vincono e noi dovremo sbagliare meno".
 
Under: "Non ho tante soluzioni e giocherà titolare, anche se gli ho dato uno schiaffo affettuoso. Ha bisogno di sostegno anche se è uno che prende spesso l'iniziativa. Deve migliorare nella scelta e ci stiamo lavorando".

 

Cuccioli Bovari del Bernese

Notizie correlate A.S. Roma

23/05/2019 (A.S. Roma)

Totti: Iniziano le riprese del documentario che racconterà la mia storia

Tramite Twitter Francesco Totti, dirigente...

23/05/2019 (A.S. Roma)

Rassegna Stampa Giallorossa - 23 Maggio

La rassegna stampa giallorossa di giovedì 23 maggio...

22/05/2019 (A.S. Roma)

Ranieri: Io mi emoziono sempre sulla panchina della Roma. Entro in campo dopo l’inno perché altrimenti mi emoziono troppo

Claudio Ranieri, allenatore dell'AS Roma, ha rilasciato un'intervista al sito ufficiale del club giallorosso...

22/05/2019 (A.S. Roma)

Roma-El Shaarawy, voglia di continuare insieme (Gianluca Di Marzio)

Negli ultimi giorni si è parlato tanto del futuro di Stephan El Shaarawy...

22/05/2019 (A.S. Roma)

AS Roma - Allenamento mattutino: individuale per Zaniolo e Manolas

E' tornata di nuovo in campo questa mattina la Roma...

22/05/2019 (A.S. Roma)

Rassegna Stampa Giallorossa - 22 Maggio

La rassegna stampa giallorossa di mercoledì 22 maggio...

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet a Roma - SEO SEM
Cucine De Gregorio
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
26.05.2019 20:30
A.S. Roma - Parma 
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
18.05.2019 20:30
Sassuolo - A.S. Roma 0 - 0
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
23.05.1970 20:30
Torneo Anglo - Italiano
A.S. Roma West Bromwich 1 - 1
23.05.1971 15:00
Campionato
A.S. Roma Milan 1 - 1
23.05.1993 15:00
Campionato
A.S. Roma Atalanta 2 - 2
23.05.1999 15:00
Campionato
Vicenza A.S. Roma 1 - 4
CLASSIFICA
Juventus 90
Napoli 79
Atalanta 66
Inter 66
Milan 65
A.S. Roma 63
Torino 60
Lazio 59
Sampdoria 50
Sassuolo 43
Spal 42
Bologna 41
Cagliari 41
Parma 41
Fiorentina 40
Udinese 40
Empoli 38
Genoa 37
Frosinone 24
Chievo 16
SONDAGGI

Ha fatto bene Totti a rilasciare le dichiarazioni di ieri?

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!