Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su
La Repubblica

(09/01/2017)

La svolta della Roma testarda e matura nel segno di Spalletti

Quando mancavano una manciata di minuti alla fine e Rigoni in fuorigioco terrorizzava Szczesny, è entrato in campo come per mettersi lui stesso davanti alla porta. O per divorare chi non l’aveva fatto. Certo che nella “cazzutissima” vittoria della Roma in casa del Genoa c’è tanto di chi l’ha dipinta così: Luciano Spalletti. Per Strootman è un allenatore duro per un calciatore, un martello la settimana e la domenica in campo. Ma per questo è molto importante per noi. Come a dire che il segreto della Roma di nuovo seconda da sola è tutto o quasi in quella spinta continua: la differenza tra la squadra di un anno fa che non vinceva più e quella di oggi tornata per qualche ora a respirare la scia della Juventus è probabilmente la pressione psicologica costante imposta da quel diavolo di allenatore. Dopodomani sarà un anno esatto da quando l’allora ds Sabatini salì in macchina e raggiunse la Toscana per chiedere a mister Luciano di salvare una squadra allo sbando: “Ho accettato perché non mi piaceva l’andazzo dentro la squadra – dice oggi – dove giocatori forti non davano quello che dovevano“. Un anno dopo la Roma è una bestia che somiglia da morire al suo tecnico, che può godersi pure la vittoria numero 150 sulla panchina giallorossa, anche se gli importerà poco assai.
 
A Marassi Juric aveva maltrattato la Juve, il Milan, la Fiorentina e fermato il Napoli. La Roma s’è presa il banco senza lasciargli nemmeno l’idea di poter uscire vincente. E sfruttando quello che capitava: un autogol ingenuo di Izzo, un mezzo rigore che Rizzoli non ha visto, un miracolo di Szczesny mentre metà squadra era già negli spogliatoi. Ha vinto come forse avrebbe fatto un gruppo più maturo di quanto non sembrassero Nainggolan e soci: “C’era da mettersi gli scarponi da lavoro e l’abbiamo fatto“, la sintesi di De Rossi. Nell’ultimo mese s’è presa i 3 punti quattro volte su cinque subendo solo due gol, uno quello decisivo di Higuain allo Stadium. Oggi la differenza tra Juventus e Roma è quasi tutta lì. I giallorossi quella con il Genoa l’hanno marcata invece giocando con le stesse caratteristiche dell’avversario, fisico, intensità. E affrancandosi pure dal sortilegio che ha trasformato Dzeko: in un mese, il miglior bomber del torneo ora è il più bravo di tutti a cogliere i pali, visto che con quello di Marassi sono già quattro. Ma domenica a Udine, quando perderà per squalifica Rüdiger e De Rossi, Spalletti gli darà fiducia ancora: anche così si allena la testa. Aggiungendo qualche messaggino in conferenza (“Questa squadra è difficile da rinforzare, al massimo possiamo rimpiazzare chi va via“) o puntando l’indice contro i “nemici” giornalisti, perché quando va tutto bene – lo diceva pure Mourinho – un nemico da combattere fa comodo. Quello di Juric invece è un nemico intangibile: la sorte. Che dopo Veloso gli toglie Perin: rottura del crociato sinistro, nove mesi dopo il destro. L’anno nuovo ha prodotto un Genoa vecchio: non anagraficamente – età media di 25 anni al via, meno di 22 il tridente – ma in termini di risultati. Quarto ko consecutivo, quinto in serie contro la Roma. Martedì arriverà un centrocampista, promette Preziosi: forse il brasiliano Gabriel. Difficile basti per cambiare l’aria che tira.

M. Pinci


Notizie correlate

17/08/2017 - (La Repubblica)

Totti va a Bergamo con la squadra. Esordio da dirigente

Tra incastri da trovare e un mercato da terminare, la Roma che domenica a Bergamo taglierà il nastro della nuova stagione

14/08/2017 - (La Repubblica)

Brutto poker dal Celta Vigo, il secondo tempo non basta

I titoli di coda della preparazione estiva romanista, si trascinano dietro la netta sconfitta contro il Celta Vigo

13/08/2017 - (La Repubblica)

Montuori: Stadio a Tor di Valle, il progetto va avanti a queste condizioni

Sul tavolo di Luca Montuori sono ordinati i faldoni dei dossier su cui l’assessore all’Urbanistica della giunta Raggi è al lavoro

13/08/2017 - (La Repubblica)

Con il Celta Vigo prove generali di avvio sprint

Mentre i tifosi del Leicester scaricano Mahrez, indicandolo come uno dei principali responsabili della sconfitta alla prima in Premier, contro l’Arsenal, perché distratto dalla Roma, Di Francesco prepara l’ultima amichevole estiva

10/08/2017 - (La Repubblica)

Di Fra: “Col Siviglia sarà una gara vera”. Ecco l’idea Munir

La mini tournée in terra iberica comincia da Siviglia, a casa di Monchi. I giallorossi andranno...

09/08/2017 - (La Repubblica)

Enigma Mahrez, ipotesi Schick. Defrel: “Noi grandi”

Ottimista di natura, ma anche realista. Dopo l’ultimo...

08/08/2017 - (La Repubblica)

Idea dopo Bonucci, la Juve su Manolas, per la Roma Schick se non arriva Mahrez

Undici giorni al via, 23 alla fine delle trattative. Eppure non c’è una sola grande d’Italia...

06/08/2017 - (La Repubblica)

Mahrez esce allo scoperto: “Vorrei parlare coi giallorossi”

La Roma chiama, Riyad Mahrez risponde. Praticamente, lancia un appello...

05/08/2017 - (La Repubblica)

Cautela Karsdorp, slitta il rientro. Rilancio su Mahrez

Piccoli, più o meno, problemi di fascia. Non c’entra il discorso per il tanto agognato attaccante esterno...

04/08/2017 - (La Repubblica)

Il piano B di Monchi. Se salta Mahrez spazio per due colpi

Il piano M e il piano B. La Roma studia le strategie per la«priorità»...

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet - SEO SEM
Ristorante I Torquati
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
20.08.2017 18:00
Atalanta - A.S. Roma
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
28.05.2017 18:00
A.S. Roma - Genoa 3 - 2
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
17.08.2016 20:45
Champions League
Porto A.S. Roma 1 - 1
CLASSIFICA
A.S. Roma 0
Atalanta 0
Benevento 0
Bologna 0
Cagliari 0
Chievo 0
Crotone 0
Fiorentina 0
Genoa 0
Inter 0
Juventus 0
Lazio 0
Milan 0
Napoli 0
Sampdoria 0
Sassuolo 0
Spal 0
Torino 0
Udinese 0
Verona 0
SONDAGGI

Chi ha ragione tra Totti e Spalletti? - CHIUSO -

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!