Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su
Il Tempo

(19/03/2017)

Roma, riaccendi la luce

La sfiga c’entra ma non spiega tutto. Spalletti si sente un uomo «fortunatissimo perché alleno la Roma e continuerò a fare questo lavoro». Non si sa dove, ma «fino all’ultimo giorno che sarò qui lavorerò dalla mattina alla sera per lasciare una squadra forte». La vigilia di Roma-Sassuolo se ha la faccia e le parole di Luciano come accade da mesi. Un tecnico soddisfatto dal rendimento dei giocatori nonostante l’uscita dall’Europa con tanti rimpianti, allo stesso tempo un uomo in guerra con il nemico numero 1 che ha individuato, a torto o a ragione, nella stampa. Così, quando gli chiedono cosa intendesse giovedì sera quando ha detto «forse sono io che porto sfiga», Spalletti è ripartito a mille. «A me la sfortuna non può togliere nulla perché ho raggiunto una posizione e un livello di vita che ormai non cambia per una sconfitta in più o in meno. Voi – dice rivolto ai giornalisti – invece siete sfigati perché mi psicanalizzate ogni giorno. Cercate sempre di capire che luna ho per fare un’analisi a me: invece di articoli sportivi mi sembrano oroscopi». Detto che si tratta di questioni personali, nate nella sua prima esperienza nella Capitale, riesplose lo scorso anno durante i difficili mesi di gestione del caso-Totti e ormai deflagrate senza più controllo, Spalletti ha molto altro da dire e che dovrebbe interessare molto di più ai romanisti: «Col Lione è stata una di quelle partite dove il giorno successivo ti alzi e hai la sensazione di non aver niente in mano, di aver perso tutto, di avere il dubbio se accendere la luce al bagno e rimanere al buio. Però i ragazzi hanno fatto la prestazione che volevo: se fai 25 tiri in porta, che sono un record e sono più di quelli tentati dal Barcellona nel 6-1 al Psg, è un segno che la squadra ha giocato bene. Se ne rifaremo altre come questa porteremo a casa tante vittorie e rimarremo in Europa. Dobbiamo provare a essere gli stessi di giovedì contro il Sassuolo».
 
D’altronde, se si vuole ridare entusiasmo al gruppo e all’ambiente in questo finale di stagione le strade sono due: inventarsi una rimonta epica nel derby di ritorno in Coppa Italia o, forse ancora più difficile, tentare la rincorsa alla Juve in campionato. «Se vinciamo le prossime 4-5 partite – ammette il toscano – gli scenari possono cambiare. L’ho detto alla squadra». Sul futuro nessun aggiornamento, ma solo un’altra puntata dell’«oroscopo». Spalletti sottolinea che «dopo aver lavorato per mesi con i nuovi giocatori la difesa adesso è diversa ma abbiamo dei margini di crescita paurosi». Come se volesse continuare a esplorarli. «Una partita la puoi perdere – dice ancora Luciano – ma l’anno dopo ti riproponi e fai vedere che ci sei ancora e sei uno forte mentalmente». Insomma tutto e il contrario di tutto aspettando il confronto con Pallotta. La verità si capirà solo in quel momento. E sarà bene che spengano i telefoni.

A. Austini


Notizie correlate

19/01/2018 - (Il Tempo)

Perotti out, Di Francesco si coccola Defrel

Perso Perotti, Di Francesco si consola con Defrel. Tentativo numero due per l’attaccante...

19/01/2018 - (Il Tempo)

La Roma prenota Cristante

Il presente è per le cessioni, il futuro si costruisce sotto traccia. La rifondazione romanista...

18/01/2018 - (Il Tempo)

La maledizione continua

L’Inter non porta fortuna a Perotti. Non quest’anno, almeno. L’argentino che lo scorso febbraio...

17/01/2018 - (Il Tempo)

Festa Manolas, De Rossi c’è, Peres spera

Domenica sarà un giorno speciale per Manolas: farà 150 con la Roma. Il centrale greco sarà...

17/01/2018 - (Il Tempo)

Inter-Roma parte da lontano

Sarà che gli opposti si attraggono e la calamita del mercato amplifica l’effetto, ma Sabatini...

16/01/2018 - (Il Tempo)

Di Francesco a testa bassa

Si è ripreso da dove si era lasciato: Monchi e Di Francesco...

16/01/2018 - (Il Tempo)

Un altro Capodanno per il Ninja

Capodanno cinese per Nainggolan? I tifosi sdrammatizzano sui social network prendendo...

16/01/2018 - (Il Tempo)

La Roma prende tempo

Pausa di riflessione. La Roma e Nainggolan stanno considerando vantaggi e svantaggi...

15/01/2018 - (Il Tempo)

Oggi ripresa. De Rossi ok, Defrel c’è

Eusebio Di Francesco fa sul serio. Il big match di domenica prossima...

15/01/2018 - (Il Tempo)

Furia Pallotta: «Frainteso dai tifosi»

Un problema di senso, cultura, contesto, più che di traduzione. In una parola: frainteso...

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet - SEO SEM
Silvio Rossi
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
21.01.2018 20:45
Inter - A.S. Roma
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
06.01.2018 18:00
A.S. Roma - Atalanta 1 - 2
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
20.01.1974 15:00
Campionato
A.S. Roma Cesena 1 - 0
20.01.1980 15:00
Campionato
A.S. Roma Pescara 2 - 0
20.01.1985 15:00
Campionato
A.S. Roma Avellino 1 - 0
20.01.1988 15:00
Coppa Italia
A.S. Roma Empoli 0 - 0
20.01.1991 15:00
Campionato
A.S. Roma Pisa 0 - 2
20.01.2002 15:00
Campionato
Udinese A.S. Roma 1 - 1
20.01.2008 15:00
Campionato
A.S. Roma Catania 2 - 0
20.01.2013 20:45
Campionato
A.S. Roma Inter 1 - 1
20.01.2015 21:00
Coppa Italia
A.S. Roma Empoli 2 - 1
CLASSIFICA
Napoli 45
Juventus 44
Inter 40
A.S. Roma 38
Lazio 36
Atalanta 27
Sampdoria 27
Fiorentina 26
Bologna 24
Milan 24
Torino 24
Udinese 24
Chievo 21
Sassuolo 20
Cagliari 17
Genoa 17
Crotone 14
Spal 14
Verona 13
Benevento 1
SONDAGGI

Hai fiducia nel lavoro di Eusebio Di Francesco? - Sondaggio chiuso

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!