Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su
Il Messaggero

(20/03/2017)

Roma, secondo copione

La rimonta riesce in campionato e con il punteggio che avrebbe promosso la Roma giovedì sera contro il Lione. Il 3 a 1 contro il Sassuolo, sofferto e alla fine meritato, non avrà lo stesso significato della qualificazione sfumata in Europa League, ma pesa comunque sulla classifica: la Juve non scappa, restando avanti di 8 punti, e soprattutto il Napoli rimane dietro di 2. I giallorossi si tengono insomma stretto il 2° posto che porta direttamente in Champions e inietta ricchezza nel forziere del club. Proprio quello che chiede Pallotta, tornato finalmente in tribuna a seguire dal vivo la sua squadra (è la sua prima volta nel 2017).
 
BLACK OUT PARZIALE
La Roma, come se fosse ancora stordita dopo l'eliminazione dall'Europa League, ha aspettato la ripresa per entrare in partita, rischiando di complicarsi anche questa serata. Non per una questione di interpreti. Il turnover, tra l'altro, non è esagerato: Spalletti, anche pubblicamente, ha promosso la prestazione contro il Lione. Solo 4 novità, insomma, utili per far recuperare dagli sforzi recenti qualche titolare: con Szczesny, tornano dal 1° minuto anche Paredes, Emerson ed El Shaarawy. Partono, dunque, in panchina i big De Rossi e Dzeko che avranno spazio in corsa. Il sistema di gioco è il 3-1-4-2, come nelle ultime 2 partite contro il Palermo e il Lione. Davanti ai 3 centrali difensivi si piazza, da play, proprio Paredes, con Strootman e Nainggolan qualche metro più avanti e Peres ed Emerson sui lati. In attacco El Sharaawy e Salah. La partenza è incerta: più che fisicamente, i giallorossi sembrano bloccati psicologicamente. La formula senza centravanti garantisce equilibrio solo quando prevale il comportamento di squadra e non la giocata del singolo. Come accade nel primo tempo. Gli strappi di El Shaarawy, Salah, Nainggolan e Peres rischiano di incidere sulla solidità dell'assetto. Che diventa fragile quando il Sassuolo, con il solito 4-3-3, riesce a ripartire contando sulla velocità degli esterni Politano e Berardi, ai quali si aggiunge il centravanti Defrel, rapido e tecnico. Il trio si esalta grazie alla regia di Missiroli, al dinamismo di Pellegrini e alla fisicità di Duncan. I 3 attaccanti di Di Francesco ricambiano con la disponibilità in fase difensiva.
 
FRAGILITÀ DIFENSIVA
Salah non sfrutta il regalo iniziale di Letschert: Consigli respinge il tiro di sinistro abbastanza scontato. Il Sassuolo, fino all'intervallo, spreca addirittura di più. Soprattutto con Defrel che, al 2° tentativo dei 3 avuti primi 10 minuti, fa però centro dopo la fuga di Berardi e il velo di Politano: sinistro e vantaggio, con Fazio fuori posizione. Il pari di Paredes, destro da fuori su appoggio di Salah, diventa prezioso per la Roma che, giocando sotto ritmo, non tiene dietro, vulnerabile e spaesata. Emerson, sinistro potente in corsa, centra la traversa, ma Politano (due volte) e Defrel spaventano ancora Szczesny. A fine recupero, nel momento più delicato per i giallorossi, cambia la storia del match: lancio di Fazio per El Sharaawy che, seminato Letschert, calcia però addosso a Consigli. Al ribaltone, sulla respinta, pensa Salah. Che, prima del tocco decisivo, spinge Peluso. Di Bello, comunque, convalida.
 
CAMBIO DI MARCIA
Di Francesco comincia la ripresa con Lirola, lasciando negli spogliatoi Letschert. Defrel si pappa un'altra rete e subito dopo lascia il posto a Matri. Spalletti, invece, fa entrare dopo un'ora Dzeko, fuori Peres, e la Roma, con il 4-2-3-1, riprende quota. Il centravanti ha un paio di chance prima di superare, a metà tempo, Consigli. Bello lo scambio con Strootman che lo spinge a realizzare il 21° gol in campionato (31° stagionale). Ecco Ricci per Missiroli: anche il Sassuolo passa al 4-2-3-1. Ma dopo 3 pari di fila cade per la prima volta all'Olimpico. Entrano, con i 3 punti già in cassaforte, Perotti per Salah e De Rossi per Paredes. Il diffidato Strootman, nel recupero, si ricorda del calendario e prende il giallo per saltare l'Empoli alla ripresa del campionato.

U. Trani


Notizie correlate

23/08/2017 - (Il Messaggero)

Radja, il pupillo di Lucio

«Gli voglio bene». L’amore di Spalletti per Nainggolan non è segreto. Niente gossip, insomma. Il flirt è stato consumato alla luce del sole e sempre a cielo aperto

23/08/2017 - (Il Messaggero)

Monchi, pressing su Schick

«Posso confermare che la Roma è molto avanti rispetto alle altre pretendenti per Schick. Dell’entourage del giocatore non parlo, perché non rispondo di cose che non mi riguardano».

22/08/2017 - (Il Messaggero)

La Roma sbanda a destra

Peres salta l’Inter e lascia Di Francesco senza terzino destro. A parte il giovane Nura, mai messo piede in serie A, non c’è specialista (disponibile) per quel ruolo nella rosa giallorossa

22/08/2017 - (Il Messaggero)

Schick tra Monchi e Sabatini a colpi di milioni

Alla fine ci sta riuscendo. Perché nella telenovela-Schick, il vincitore è/sarà il presidente Ferrero. Che, a 9 giorni dal termine del mercato, è riuscito ad alimentare un’asta alla quale non credeva più nemmeno lui

21/08/2017 - (Il Messaggero)

Roma, vittoria in serbo

Il viaggio di inizio stagione rende improvvisamente migliore il fine estate della Roma. Che non è più in vacanza e torna da Bergamo con i 3 punti. Sofferti, ma preziosi. Come sa bene Di Francesco

21/08/2017 - (Il Messaggero)

Dammi i tre punti, non chiedermi niente

Dammi i tre punti, non chiedermi niente, recita un vecchio (ma sempre valido) coro dedicato alla Roma. E, a Bergamo, la squadra di Eusebio Di Francesco, con il Capitano Totti in tribuna

21/08/2017 - (Il Messaggero)

Aleksandar segna, i tifosi lo contestano

Quelle braccia larghe in segno di pace verso il settore dei tifosi della Roma, una bella immagine, che racconta la festa dopo un gol e una proposta matrimonio verso un popolo che ancora non apprezza totalmente

20/08/2017 - (Il Messaggero)

Blitz capitale, Monchi tenta il colpo con Schick

La Roma ci riprova per Schick. Anche se Monchi preferisce glissare sulla questione

20/08/2017 - (Il Messaggero)

Roma alla Eusebio

«Perché devo cambiare? Chi devo far contento?». Domande dell’allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco

19/08/2017 - (Il Messaggero)

Mahrez, Monchi non molla. Munir resta in stand-by

Ancora giorni di attesa, sondaggi e confronti allargati. Poi il ds della Roma Monchi tirerà le somme sul casting per l’attaccante esterno, con un occhio attento alle opportunità in difesa

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet - SEO SEM
Silvio Rossi
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
26.08.2017 20:45
A.S. Roma - Inter 
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
20.08.2017 18:00
Atalanta - A.S. Roma 0 - 1
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
24.08.1977 15:00
Coppa Italia
Sampdoria A.S. Roma 1 - 2
24.08.1983 15:00
Coppa Italia
Arezzo A.S. Roma 0 - 1
24.08.1986 15:00
Coppa Italia
A.S. Roma Campobasso 3 - 0
24.08.1988 15:00
Coppa Italia
Empoli A.S. Roma 2 - 3
24.08.2008 20:45
Supercoppa Italiana
Inter A.S. Roma 2 - 2 (8 - 7 )
CLASSIFICA
A.S. Roma 3
Chievo 3
Inter 3
Juventus 3
Milan 3
Napoli 3
Sampdoria 3
Bologna 1
Genoa 1
Lazio 1
Sassuolo 1
Spal 1
Torino 1
Atalanta 0
Benevento 0
Cagliari 0
Crotone 0
Fiorentina 0
Udinese 0
Verona 0
SONDAGGI

Chi ha ragione tra Totti e Spalletti? - CHIUSO -

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!