Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su
La Repubblica

(10/04/2017)

Inseguimento Roma: quelle sette giornate per crederci ancora

L'inseguimento alla Juve prosegue così, con il tempo che gioca a favore dei bianconeri. È un lento conto alla rovescia che alla fine rischia di logorare proprio chi sta dietro. Ma la Roma comunque il piccolo tesoretto di quei due punti rosicchiati una settimana fa alla Juve l’ha mantenuto, anche se ne restano sempre sei di distacco. Non poco soprattutto per il delicato equilibrio psicologico della Roma di questo momento: poteva pagare anche più caro la botta dell’eliminazione dalla Coppa Italia nel derby e invece... A Bologna se l’è cavata con una bella partita — non eccezionale dato l’avversario ormai in salvo, con Donadoni che fatica a tenerlo in riga — ma che sicuramente mette una toppa sulle ultime lacerazioni psicologiche. Nelle partite dentro o fuori la Roma ha subito dei gran rovesci, ha perso tutte le volate, ma in campionato ha tenuto un bel passo e il girone di ritorno è stato percorso finora a un ritmo altissimo.
 
La netta vittoria sul Bologna, per merito dei gol di Fazio, Salah e Dzeko, cambia la prospettiva. Anzitutto tiene uno spiraglio aperto sulla lotta scudetto: «Io allo scudetto, fino a quando la matematica ce lo consente — ha commentato Spalletti — ci credo ». L’allenatore sembra un po’ meno intransigente delle ultime settimane, apre timidi spiragli, anche se rimane severo con se stesso e con la Roma. Sia pure scherzando. «Serve un rendimento costante, ma in questo finora abbiamo fatto ridere. Sono state sconfitte dolorose che, portate sulle spalle da allenatore, sono ancora più pesanti. Ma abbiamo reagito nella maniera giusta, da grandi uomini, in questi giorni ci siamo allenati col ghigno, ci siamo lasciati crescere la barba, perfino in maniera un po’ sudicina». Una Roma in versione “brutti, sporchi e cattivi”, insomma. L’ambiente si sta un po’ svelenendo e perfino Spalletti — ufficialmente sempre deciso ad andarsene se non arrivasse una vittoria, e cioè a questo punto solo uno scudetto poco più che virtuale — lancia qualche segnale distensivo. «Tutto è ancora possibile, dobbiamo giocarci queste 7 partite, non è il momento di parlare del mio futuro». Cioè potrebbe pure restare, forse, chissà.
 
La Roma ha ricominciato dall’essenziale: attacco e difesa. Il 3-0 di Bologna diventa la 14a partita di campionato senza prendere gol. Per farlo Spalletti ha preferito una difesa con esterni più difensivi, ha preferito rischiare poco persino contro una squadra che non poteva fargli male e che solo in Verdi e Di Francesco (convocato per lo stage di Ventura) aveva delle armi pericolose. I due giovani talenti sono stati gli unici a dare una certa vivacità a un Bologna spuntato e innocuo con Destro & C. La Roma aveva una qualità troppo superiore anche se la partita l’ha sbloccata con Fazio e Salah più Dzeko hanno solo ampliato e rifinito il risultato. L’attaccante bosniaco tiene testa a Belotti ed è arrivato a quota 24, che diventano 34 nella stagione. Non è stato irresistibile, anzi — Spalletti lo ha fatto pure notare — e il suo gol è stato un generoso regalo di Perotti. Insieme a Salah in gol con un bel pallonetto (a fine partita ha dedicato un pensiero ai connazionali egiziani uccisi negli attentati terroristici) in gol con un bel pallonetto, la coppia di attaccanti è arrivata a 49 gol. Con un attacco così a Totti è rimasta la solita breve passerella finale: tutto lo stadio — compresi gli ultrà bolognesi — lo ha omaggiato con una emozionante standing ovation. È stato quasi come aver fatto gol.

F. Bocca


Notizie correlate

20/01/2018 - (La Repubblica)

Tifosi infuriati con Pallotta: “Perché vendere Dzeko o il Ninja?”

Le trattative per una possibile cessione di Dzeko ( insieme ad Emerson) al Chelsea e Nainggolan...

20/01/2018 - (La Repubblica)

La coscienza di Dzeko, non ci sono incedibili nella Roma di Pallotta

Offerti 50 milioni, al club ne servono 60 per pareggiare il bilancio. Il bosniaco ha già parlato...

19/01/2018 - (La Repubblica)

Roma e Dzeko, aria d’addio. Conte pronto con 50 milioni

Che gennaio sarebbe stato un mese di sacrifici Di Francesco l’aveva intuito, ma forse...

18/01/2018 - (La Repubblica)

Gli anni perduti di Inter e Roma, le incompiute d’oro

In un ufficio della Lega di Serie A sono appese due gigantografie: c’è la foto ricordo...

17/01/2018 - (La Repubblica)

Difra: “Stop al mercato”, ma Emerson può partire

Il senso di smobilitazione che prematuramente si respira in questi giorni intorno alla Roma...

16/01/2018 - (La Repubblica)

Il Ninja tentato dalla Cina mette l’Inter nel mirino. La società pensa al sì. Ipotesi di cessione estiva

La possibilità che Nainggolan venga ceduto a un club cinese, allarma i romanisti, già confusi...

15/01/2018 - (La Repubblica)

La Cina tenta Nainggolan con 13 mln l’anno

Dal vertice londinese tra Pallotta e i dirigenti è emersa una certezza: la Roma a gennaio deve comprare...

14/01/2018 - (La Repubblica)

Striscioni ultras a Tor di Valle: “Pallotta vattene”

“Pallotta spia” e “Pallotta Usa e getta”...

13/01/2018 - (La Repubblica)

Nel mercato dei sogni brilla la stella di Hakim Ziyech

Il rientro nella Capitale nel tardo pomeriggio...

12/01/2018 - (La Repubblica)

Pallotta: “Scanner facciali nello stadio a Tor di Valle”

Pallotta e Monchi si sono accontentati ieri di assistere insieme al match del tour londinese...

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet - SEO SEM
CSB - Usura Bancaria
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
21.01.2018 20:45
Inter - A.S. Roma
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
06.01.2018 18:00
A.S. Roma - Atalanta 1 - 2
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
20.01.1974 15:00
Campionato
A.S. Roma Cesena 1 - 0
20.01.1980 15:00
Campionato
A.S. Roma Pescara 2 - 0
20.01.1985 15:00
Campionato
A.S. Roma Avellino 1 - 0
20.01.1988 15:00
Coppa Italia
A.S. Roma Empoli 0 - 0
20.01.1991 15:00
Campionato
A.S. Roma Pisa 0 - 2
20.01.2002 15:00
Campionato
Udinese A.S. Roma 1 - 1
20.01.2008 15:00
Campionato
A.S. Roma Catania 2 - 0
20.01.2013 20:45
Campionato
A.S. Roma Inter 1 - 1
20.01.2015 21:00
Coppa Italia
A.S. Roma Empoli 2 - 1
CLASSIFICA
Napoli 45
Juventus 44
Inter 40
A.S. Roma 38
Lazio 36
Atalanta 27
Sampdoria 27
Fiorentina 26
Bologna 24
Milan 24
Torino 24
Udinese 24
Chievo 21
Sassuolo 20
Cagliari 17
Genoa 17
Crotone 14
Spal 14
Verona 13
Benevento 1
SONDAGGI

Hai fiducia nel lavoro di Eusebio Di Francesco? - Sondaggio chiuso

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!