Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su
Il Messaggero

(16/05/2017)

Spalletti meglio di Allegri

Il presente anticipa il futuro. Il rendimento della Roma in campionato, arricchito dal successo spartiacque contro la Juve, deve essere la base di partenza per la squadra che verrà. Perché la recita in serie A, accompagnata da cifre inequivocabili, è stata da big. E, quindi, va separata dal percorso incerto fatto nelle coppe. Da provinciale. La differenza di comportamento è facilmente individuabile nella rosa numericamente male assortita per essere competitivi su tre fronti: Spalletti ha puntato solo su 14 giocatori, senza avere abbastanza ricambi nella fase cruciale di stagione. Soprattutto nelle partite da dentro o fuori, dove ha pagato l'usura e la stanchezza dei migliori. Il rimpianto dei punti lasciati per strada nelle 36 partite del torneo è inferiore a quello per il mancato completamento dell'organico. «Più dei soldi, è importante non comprare male». Il messaggio di Monchi, in attesa degli introiti della Champions, è agli atti e, aspettando la riapertura del mercato, da non sottovalutare. Il ds ne parlerà presto con Pallotta (confermato il suo arrivo per Roma-Genoa).
 
SALTO IN ALTO
La classifica del girone di ritorno inquadra alla perfezione quanto ottenuto dai giallorossi: il Napoli ha raccolto 42 punti, la Roma 40 e la Juve 37. Solo Spalletti, insomma, ha viaggiato con continuità, lasciando gli alti e bassi ad Allegri e Sarri. Il 2° posto è la conseguenza del ritmo tenuto dall'inizio del torneo e, al tempo stesso, la prosecuzione del lavoro iniziato, dopo l'addio di Garcia, già nelle 19 partite di quello passato. Tra le 3 di testa, la Roma è la squadra che è andata più forte, con un incremento di 7 punti (solo 4 per il Napoli e addirittura -3 per la Juve). Così, a 2 giornate dalla fine, ha evitato che i bianconeri festeggiassero all'Olimpico lo storico 6° scudetto di fila e si è pure avvicinata alla capolista (-4). Il paragone con le ultime due annate in cui si è piazzata dietro alla Juve ne amplifica la crescita: nel 2014, dopo 36 giornate, 11 punti di ritardo e nel 2015 addirittura 16. Adesso, obbligata a vincere le prossime 2 partite contro il Chievo e il Genoa per avere la certezza di andare direttamente in Champions, può battere il record degli 85 punti di 3 anni fa, salendo fino a 87.
 
POSIZIONE FAVOREVOLE
Il 2° posto, insomma, è meritato proprio per l'andamento nelle 36 giornate e certificato dall'attacco che, con 82 reti realizzate, è inferiore solo a quello del Napoli che ne ha segnate 86 e dalla difesa che, con 33 gol subiti, ha fatto peggio solo di quella della Juve che ne ha incassati 26. La Roma è seconda anche nella differenza reti (+ 49), dietro ai partenopei (+50), Sono, invece, gli scontri diretti a metterla davanti alle rivali: Spalletti, nelle sfide incrociate con Allegri e Sarri, è in vantaggio proprio per la differenza reti. In caso di arrivo a pari punti, si presenterebbe sul traguardo a braccia alzate.
 
BOLLINO QUALITÀ
Il 3 a 1 del 15 ottobre al San Paolo e l'identico punteggio nella gara di domenica sera all'Olimpico possono fare la differenza nella volata. La Roma, nei 2 match, si è affidata al doppio play, cioè con Paredes accanto a De Rossi. La formula ha garantito equilibrio ed efficacia. Se contro il Napoli è stata decisiva la doppietta di Dzeko, contro la Juve ha inciso il ritorno al 4-2-4. Fuori il capocannoniere (27 gol in A e 37 stagionali), ecco risultato e gioco. Come l'anno scorso, con la formula senza centravanti. E che forse, guardando alle sbandate nelle coppe, andava riproposta ad inizio 2017. Spalletti, però, si tiene stretto il suo curriculum in campionato: 127 punti in 55 partite (media 2,3). Meglio che nella sua prima avventura a Trigoria (media 1,87). L'eredità è pesante almeno quanto il raccolto. Chissà se lo sanno Emery, Di Francesco e Paulo Sousa. «Straniero? Sarà molto bravo» l'identikit del candidato al trono, reso pubblico dal dg Baldissoni.

U. Tran
i


Notizie correlate

22/01/2018 - (Il Messaggero)

Che malinconia i capitani in tribuna

La prima immagine che ti arriva da San Siro è quella di Francesco Totti al fianco di Daniele De Rossi...

22/01/2018 - (Il Messaggero)

Il Faraone tra gioia e rimpianti: «Troppo rinunciatari»

O «Non mi interessano i complimenti». Alisson esce da San Siro...

22/01/2018 - (Il Messaggero)

La Roma è solo illusione

L’orgoglio non basta: la Roma, quasi al fotofinish, subisce la rimonta dell’Inter...

21/01/2018 - (Il Messaggero)

Monchi esce allo scoperto e smentisce che non cederà nessuno

Vedi il ds Monchi al fianco di Di Francesco, in conferenza-stampa, e pensi: finalmente...

21/01/2018 - (Il Messaggero)

Totti a Dzeko: «E’ il treno per Londra?»

Francesco Totti prova a levare le castagne dal fuoco in casa Roma...

20/01/2018 - (Il Messaggero)

Gonalons ko, Strootman al centro

Eusebio Di Francesco ha bisogno di novità per sorprendere Luciano Spalletti...

20/01/2018 - (Il Messaggero)

C’è la Roma in partenza

Difficilmente poteva esserci modo peggiore per avvicinarsi a Inter-Roma...

19/01/2018 - (Il Messaggero)

Di Francesco: “Via la paura, serve coraggio”

«In questo momento ci vuole coraggio e non paura, a Roma certe cose bisogna affrontarle»...

19/01/2018 - (Il Messaggero)

Il Chelsea alza la posta: Emerson e Dzeko per 50 milioni più il prestito di Batshuayi

Emerson ma non solo. La Roma è prossima a cedere il brasiliano al Chelsea...

18/01/2018 - (Il Messaggero)

Eusebio pedala contro vento

Londra, Pechino, Napoli, Manchester, Boston, Torino e Guangzhou...

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet - SEO SEM
Brispal
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
24.01.2018 20:45
Sampdoria - A.S. Roma
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
21.01.2018 20:45
Inter - A.S. Roma 1 - 1
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
22.01.1967 15:00
Campionato
Fiorentina A.S. Roma 2 - 2
22.01.1978 15:00
Campionato
A.S. Roma Atalanta 3 - 1
22.01.1984 15:00
Campionato
A.S. Roma Sampdoria 1 - 1
22.01.1989 15:00
Campionato
A.S. Roma Milan 1 - 3
22.01.1995 15:00
Campionato
A.S. Roma Cremonese 1 - 1
22.01.2003 20:30
Coppa Italia
A.S. Roma Vicenza 6 - 3
22.01.2004 21:00
Coppa Italia
A.S. Roma Milan 1 - 2
22.01.2006 15:00
Campionato
Udinese A.S. Roma 1 - 4
22.01.2011 20:45
Campionato
A.S. Roma Cagliari 3 - 0
22.01.2017 20:45
Campionato
A.S. Roma Cagliari 1 - 0
CLASSIFICA
Napoli 48
Juventus 44
Inter 41
A.S. Roma 39
Lazio 39
Sampdoria 30
Atalanta 27
Bologna 27
Milan 27
Fiorentina 26
Torino 25
Udinese 25
Chievo 21
Sassuolo 21
Cagliari 17
Crotone 17
Genoa 17
Spal 15
Verona 13
Benevento 1
SONDAGGI

Hai fiducia nel lavoro di Eusebio Di Francesco? - Sondaggio chiuso

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!