Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su
Il Tempo

(16/05/2017)

Spalletti vince e fugge

Controsenso, paradosso, chiamatelo come volete. La sintesi è questa: Luciano Spalletti è l’allenatore che fa più punti nella storia della Roma e viene fischiato nel suo stadio. Vincente e contestato, caso non certo unico nel calcio, ma di sicuro merita una riflessione. I numeri son lì, sotto gli occhi di tutti, tranne di chi non vuole leggerli: nelle due esperienze sulla panchina giallorossa, il toscano ha ottenuto 416 punti in 209 partite di campionato, con una media di 1,99 a partita che diventerà un 2 «tondo» qualora riuscisse a battere Chievo e Genoa negli turni finali di campionato, riportando la Roma ai gironi di Champions. Per quantificare i meriti dell’allenatore di Certaldo basta fare un nome: Fabio Capello. Ecco, il condottiero dell’ultimo scudetto romanista di punti ne ha fatti 319 in 170 gare, per una media di 1,87 a match. Si potrà obiettare: con i record non si riempie la bacheca. Vero, così come è storia che sia proprio Spalletti l’ultimo ad aver arricchito il povero palmares di Trigoria con la Coppa Italia 2009, il suo terzo trofeo. Non c’è dubbio, insomma, che almeno dal punto di vista statistico Luciano sia uno dei migliori allenatori della storia della Roma. Lo attaccano perché non è «politicamente corretto», lo fischiano perché si è messo contro l’icona al cui cospetto perderebbe chiunque: Totti. Alla fine, gira e rigira, si torna sempre lì. È il rapporto col capitano il vero tallone d’Achille di Spalletti, che ha le sue evidenti colpe ma non è stato neppure supportato a dovere in questa delicata gestione. Dal presidente Pallotta in primis (tornerà a Roma per il Totti-day del 28) e, diciamolo, dallo stesso capitano che proprio non ce la fa a vivere con serenità il finale di carriera.
 
Quel broncio con cui ha lasciato il campo domenica sera, mentre i compagni festeggiavano la vittoria sulla Juve sotto la Sud, fotografa alla perfezione la dimensione parallela in cui sta vivendo Totti e, di conseguenza, il popolo romanista. Che lo adora e soffre con lui. Tra i due, la società ha fatto una scelta – sta con Spalletti ma non ha avuto la forza di prendere una decisione netta. L’anno prossimo, pensano i dirigenti, il problema non ci sarebbe più a prescindere dal nuovo ruolo del capitano, che peraltro non ha ancora annunciato l’addio al calcio. Ma a Spalletti non basta. La scelta l’ha fatta mesi fa, vuole andar via, anzi, «tornando indietro non sarei proprio venuto». Monchi gli sta addosso ogni giorno per convincerlo a cambiare idea, nel frattempo cerca un sostituto italiano. «Se rimane Luciano benissimo – ha ribadito ieri l’Ad Gandini – ma se decidesse di scegliere altre strade, avremo delle soluzioni pronte». Ma tutte, da Montella a Di Francesco, fanno venire tanti dubbi alla Roma. E allora tanto vale sperare che Spalletti in queste ultime due settimane di campionato trovi un motivo per restare. Uno glielo danno sempre i numeri. Il divario dalla Juve si è ridotto: facendo partire il cronometro dall’avvio dell’era americana, i giallorossi sono partiti dal pesante -28 della stagione 2011/12, scendendo progressivamente a 25,17 per due anni di fila e 11 punti di distacco bello scorso campionato. Ora Spalletti li ha portati a 4 e ha costretto Allegri a rinviare di almeno una giornata la festa scudetto. Perché fermarsi.

A. Austini


Notizie correlate

22/01/2018 - (Il Tempo)

Di Francesco: «Non decido io ma Dzeko è importante»

Sms a Monchi: «Dzeko è al centro del progetto, sempre titolare e mai in panchina, questo fa capire l’importanza...

22/01/2018 - (Il Tempo)

La Roma si butta via nel finale

Alla fine ride solo la Lazio. A San Siro Inter-Roma finisce 1-1 e la vera vincitrice...

21/01/2018 - (Il Tempo)

Di Francesco fa la rivoluzione

Se non ora, quando? Di Francesco a San Siro cambia la Roma...

21/01/2018 - (Il Tempo)

Monchi: «Cambio la Roma per farla più forte»

Il treno Roma-Milano -Londra è partito ieri dalla stazione...

20/01/2018 - (Il Tempo)

Kolarov: «Noi sicuro in zona Champions»

Personalità da vendere e numeri che lo rendono semplicemente il miglior difensore del campionato...

20/01/2018 - (Il Tempo)

Dzeko nella rete del Chelsea

Brexit Roma. La porta d’uscita è aperta e nessuno ha la carta dell’immunità in tasca...

19/01/2018 - (Il Tempo)

Perotti out, Di Francesco si coccola Defrel

Perso Perotti, Di Francesco si consola con Defrel. Tentativo numero due per l’attaccante...

19/01/2018 - (Il Tempo)

La Roma prenota Cristante

Il presente è per le cessioni, il futuro si costruisce sotto traccia. La rifondazione romanista...

18/01/2018 - (Il Tempo)

La maledizione continua

L’Inter non porta fortuna a Perotti. Non quest’anno, almeno. L’argentino che lo scorso febbraio...

17/01/2018 - (Il Tempo)

Festa Manolas, De Rossi c’è, Peres spera

Domenica sarà un giorno speciale per Manolas: farà 150 con la Roma. Il centrale greco sarà...

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet - SEO SEM
La tua voce
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
24.01.2018 20:45
Sampdoria - A.S. Roma
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
21.01.2018 20:45
Inter - A.S. Roma 1 - 1
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
22.01.1967 15:00
Campionato
Fiorentina A.S. Roma 2 - 2
22.01.1978 15:00
Campionato
A.S. Roma Atalanta 3 - 1
22.01.1984 15:00
Campionato
A.S. Roma Sampdoria 1 - 1
22.01.1989 15:00
Campionato
A.S. Roma Milan 1 - 3
22.01.1995 15:00
Campionato
A.S. Roma Cremonese 1 - 1
22.01.2003 20:30
Coppa Italia
A.S. Roma Vicenza 6 - 3
22.01.2004 21:00
Coppa Italia
A.S. Roma Milan 1 - 2
22.01.2006 15:00
Campionato
Udinese A.S. Roma 1 - 4
22.01.2011 20:45
Campionato
A.S. Roma Cagliari 3 - 0
22.01.2017 20:45
Campionato
A.S. Roma Cagliari 1 - 0
CLASSIFICA
Napoli 48
Juventus 44
Inter 41
A.S. Roma 39
Lazio 39
Sampdoria 30
Atalanta 27
Bologna 27
Milan 27
Fiorentina 26
Torino 25
Udinese 25
Chievo 21
Sassuolo 21
Cagliari 17
Crotone 17
Genoa 17
Spal 15
Verona 13
Benevento 1
SONDAGGI

Hai fiducia nel lavoro di Eusebio Di Francesco? - Sondaggio chiuso

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!