Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su
Il Tempo

(13/07/2017)

Bufera Radicale sullo stadio della Roma

Da tre giorni sul tavolo di Virginia Raggi, sindaco di Roma, su quello degli Assessori e di tutti i Consiglieri comunali, di maggioranza e di opposizione, ci sono sette pagine firmate da Riccardo Magi, segretario dei Radicali italiani ed ex consigliere comunale uscente, e da Alessandro Capriccioli, segretario romano dei Radicali. Sette pagine che denunciano con grande lucidità e in modo semplice gli errori principali contenuti nella Delibera Raggi sul progetto dello Stadio della Roma di Tor di Valle, preconizzando il danno erariale e future cause per danni. E la stessa «denuncia» sta anche sul tavolo della Procura di Roma, della Corte dei Conti e, ad abundantiam, anche dell’Autorità anticorruzione di Raffaele Cantone.

In sintesi, i radicali si sono messi a fare i conti spiccioli: manca «una dettagliata istruttoria»; non c’è una «corretta valutazione degli elementi costituenti l’interesse pubblico» e, cioè, «la sottostima dei costi e la sovrastima dei benefici pubblici». In aggiunta finale, i radicali prevengono la Raggi circa la «sottovalutazione dei rischi che l’attuazione del progetto porrà a carico dell’Amministrazione e della Città». Scrivono i radicali: «La delibera sembra individuare il pubblico interesse nel contributo al superamento delle criticità esistenti sulla viabilità nel quadrante». E, aggiungono: «Nella costruzione della delibera gli interventi di mobilità su ferro e gomma dovrebbero soddisfare sia l’interesse privato di servire lo stadio durante gli eventi oltre che il Business Park quotidianamente, sia l’interesse pubblico di migliorare la viabilità cittadina nel quadrante».
 
Solo che, con due semplici conti, i radicali evidenziano tutte le lacune della delibera Raggi: «Se si dovesse soddisfare l’intera domanda aggiuntiva» (55mila persone) con il trasporto pubblico su ferro «si tratterebbe di impegnare 12 volte la capacità della Roma-Lido» (4.800 passeggeri l’ora). «Se si dovesse provvedere via gomma, si dovrebbe disporre di 35 volte la capacità di via Ostiense/via del Mare che è di circa 1.500 passeggeri l’ora». Il dossier-denuncia scende più nel dettaglio: la linea per Fiumicino aeroporto (che la Raggi immagina di utilizzare per coprire parzialmente il fabbisogno di trasporto su ferro) ha una «disponibilità complessiva di 3.600 passeggeri» l’ora. L’ampliamento dell’Aeroporto assorbirà 2.400 passeggeri ogni ora e i 1.200 che rimangono non sono solo dello stadio ma anche della Fiera di Roma, Parco Leonardo e fermate intermedie. L’apporto, quindi, di questa linea è assai modesto. Peggio va con la Roma-Lido. Usando lo studio che la società francese Ratp ha consegnato alla Regione Lazio per rilevare la linea, viene fuori che l’investimento necessario è di 480 milioni. E «per le sole esigenze dell’attuale bacino di utenza, senza considerare quindi lo Stadio». Per rendere effettivo l’incremento passeggeri previsto nella delibera Raggi sarebbe necessario «ripensare le dimensioni dell’infrastruttura» passando «dalla dimensione di un treno regionale a una metropolitana pesante».
 
Né va meglio per il trasporto su gomma. Al di là dell’intervento sulla via del Mare, i radicali fanno una semplice constatazione: «La capacità è determinata non dal numero delle corsie ma da quello degli svincoli»: si rischia «l’effetto imbuto», insomma. Inoltre, «rimane del tutto irrisolto il problema» dell’uscita dallo Stadio. Nel dossier si traccia anche la strada futura: i contenziosi, tipo quelli legati al ritardo nella realizzazione del Ponte dei Congressi o alla insufficienza della Roma-Lido e alla necessità di provvedere alla sicurezza in casi di emergenza. Da ultimo, il problema dei soldi. I 600mila metri cubi concessi ai proponenti sono stati dati «senza procedure competitive» e esprimono un valore che «si aggira sui 300 milioni di euro», troppe rispetto a quanto pagano i proponenti.

F.M. Magliaro


Notizie correlate

20/01/2018 - (Il Tempo)

Kolarov: «Noi sicuro in zona Champions»

Personalità da vendere e numeri che lo rendono semplicemente il miglior difensore del campionato...

20/01/2018 - (Il Tempo)

Dzeko nella rete del Chelsea

Brexit Roma. La porta d’uscita è aperta e nessuno ha la carta dell’immunità in tasca...

19/01/2018 - (Il Tempo)

Perotti out, Di Francesco si coccola Defrel

Perso Perotti, Di Francesco si consola con Defrel. Tentativo numero due per l’attaccante...

19/01/2018 - (Il Tempo)

La Roma prenota Cristante

Il presente è per le cessioni, il futuro si costruisce sotto traccia. La rifondazione romanista...

18/01/2018 - (Il Tempo)

La maledizione continua

L’Inter non porta fortuna a Perotti. Non quest’anno, almeno. L’argentino che lo scorso febbraio...

17/01/2018 - (Il Tempo)

Festa Manolas, De Rossi c’è, Peres spera

Domenica sarà un giorno speciale per Manolas: farà 150 con la Roma. Il centrale greco sarà...

17/01/2018 - (Il Tempo)

Inter-Roma parte da lontano

Sarà che gli opposti si attraggono e la calamita del mercato amplifica l’effetto, ma Sabatini...

16/01/2018 - (Il Tempo)

Di Francesco a testa bassa

Si è ripreso da dove si era lasciato: Monchi e Di Francesco...

16/01/2018 - (Il Tempo)

Un altro Capodanno per il Ninja

Capodanno cinese per Nainggolan? I tifosi sdrammatizzano sui social network prendendo...

16/01/2018 - (Il Tempo)

La Roma prende tempo

Pausa di riflessione. La Roma e Nainggolan stanno considerando vantaggi e svantaggi...

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet - SEO SEM
Semprini Arredamenti
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
21.01.2018 20:45
Inter - A.S. Roma
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
06.01.2018 18:00
A.S. Roma - Atalanta 1 - 2
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
20.01.1974 15:00
Campionato
A.S. Roma Cesena 1 - 0
20.01.1980 15:00
Campionato
A.S. Roma Pescara 2 - 0
20.01.1985 15:00
Campionato
A.S. Roma Avellino 1 - 0
20.01.1988 15:00
Coppa Italia
A.S. Roma Empoli 0 - 0
20.01.1991 15:00
Campionato
A.S. Roma Pisa 0 - 2
20.01.2002 15:00
Campionato
Udinese A.S. Roma 1 - 1
20.01.2008 15:00
Campionato
A.S. Roma Catania 2 - 0
20.01.2013 20:45
Campionato
A.S. Roma Inter 1 - 1
20.01.2015 21:00
Coppa Italia
A.S. Roma Empoli 2 - 1
CLASSIFICA
Napoli 45
Juventus 44
Inter 40
A.S. Roma 38
Lazio 36
Atalanta 27
Sampdoria 27
Fiorentina 26
Bologna 24
Milan 24
Torino 24
Udinese 24
Chievo 21
Sassuolo 20
Cagliari 17
Genoa 17
Crotone 14
Spal 14
Verona 13
Benevento 1
SONDAGGI

Hai fiducia nel lavoro di Eusebio Di Francesco? - Sondaggio chiuso

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!