Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su
Il Messaggero

(12/02/2019)

De Rossi fratello di Roma

Una richiesta di non belligeranza, di tregua: «Dico ai tifosi, visto che vi siete sempre fidati di me, fidatevi anche questa volta: Kolarov non è tifoso della Roma da bambino ma è un professionista come ne ho conosciuti pochi in vita mia. Preferisco quelli così a quelli che baciano la maglia e poi magari si tirano fuori al primo doloretto o se l'allenatore gli chiede di giocare in un ruolo diverso. Io da uno come Kolarov vorrei essere sempre rappresentato». La firma è di Daniele De Rossi, oggi sessanta presenze (sette gol) nella Champions League, sessantadue se contiamo la doppia sfida nel preliminare di due anni fa con il Porto. O forse meglio non contarla, visto come è andata: eliminazione della Roma ed espulsione di De Rossi nella sfida di ritorno. Parla di Kolarov, Daniele.
 
FIDATEVI DI ME
Un ragazzo in difficoltà per colpa di un suo errore, ha risposto male a un tifoso. «A volte è meglio girarsi dall'altra parte», il consiglio del capitano. Alla fine Alex, come lo chiama De Rossi, sa reagire e lo ha fatto, anche a Verona. Il punto è, secondo il capitano della Roma, non stabilire chi abbia torto o ragione, perché è difficile dire se si voglia più bene a mamma (i tifosi) o a papà (Kolarov), ma pensare a una tregua, perché stasera la Roma ha bisogno di tutti: di un giocatore sereno e di una tifoseria unita. «In questa storia mi trovo in mezzo, perché voglio bene ai tifosi e considero Kolarov un fratello. Spero si possa chiudere qui questa vicenda».
 
LE SESSANTA IN EUROPA
C'è altro a cui pensare, stasera. A quella Champions come percorso emozionale, tipo l'anno scorso. A far sì che la passata avventura europea non resti un'eccezione ma la normalità. La strada è un'altra e le difficoltà le stesse, nessuno ti regala una nuova semifinale Champions, ma qualcuno ha dato alla Roma un certezza: «L'essere un pochino più pronti a giocare partite delicate come questa». E come questa ne vorrebbe giocare tante altre De Rossi, ma si sa, dipende dal ginocchio. «L'operazione non l'avrei accettata alla mia età. Per adesso va bene e se sto così continuo a giocare. Con la gestione dell'allenatore e con il giusto minutaggio, potrei continuare. Io importante per la squadra? I miei compagni non si rendono conto di quanto lo siano loro per me. Negli ultimi anni mi hanno fatto sentire importante come mai mi ero sentito prima in carriera, per questo devo solo ringraziarli. Mi hanno fatto sentire desiderato. Ma ora abbiamo una partita da vincere e non dobbiamo fare test sulla mia condizione fisica. È importante la squadra, è importante battere il Porto. C'è la consapevolezza di potercela fare». (...)
 
A. Angeloni


Notizie correlate

20/02/2019 - (Il Messaggero)

La giostra delle opere saltate: «Così l'ingorgo è assicurato»

All'inizio fu la metro B, con la promessa di portarla...

20/02/2019 - (Il Messaggero)

La Roma in cerca della Roma

«Incomprensibile». La diagnosi, se vogliamo chiamarla così...

19/02/2019 - (Il Messaggero)

Robin si veste da supereroe come Batman

La Roma vince la partita che doveva vincere per guardare...

19/02/2019 - (Il Messaggero)

La Roma vede il Diavolo

Basta metà prestazione per prendersi il match...

18/02/2019 - (Il Messaggero)

Di Francesco: «Il Milan è la squadra da battere»

Una zona Champions da conquistare. Perse al momento...

18/02/2019 - (Il Messaggero)

La Roma ha in mano il jolly

Questo weekend, appena finito, sicuramente andrà a...

17/02/2019 - (Il Messaggero)

Zaniolo: «Vorrei restare per sempre»

Il fenomeno Zaniolo non accenna a placarsi, da quando...

17/02/2019 - (Il Messaggero)

Roma, un girone di vite

La sconfitta devastante, una prima ipotesi di esonero...

16/02/2019 - (Il Messaggero)

Il club giallorosso vola: 12° posto del ranking UEFA

A pensarci bene, è sempre una questione di crescita...

16/02/2019 - (Il Messaggero)

La Roma è contata, turn over azzerato

Improvvisamente la giostra delle rotazioni, finora più o meno...

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet a Roma - SEO SEM
Quadrifoglio Immobiliare
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
23.02.2019 20:30
Frosinone - A.S. Roma
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
18.02.2019 20:30
A.S. Roma - Bologna 2 - 1
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
20.02.1966 15:00
Campionato
A.S. Roma Atalanta 1 - 0
20.02.1972 15:00
Campionato
Inter A.S. Roma 2 - 2
20.02.1977 15:00
Campionato
Cesena A.S. Roma 4 - 0
20.02.1983 15:00
Campionato
A.S. Roma Napoli 5 - 2
20.02.1991 20:30
Coppa Italia
Juventus A.S. Roma 0 - 2
20.02.1994 15:00
Campionato
Cremonese A.S. Roma 1 - 1
20.02.2000 15:00
Campionato
A.S. Roma Fiorentina 4 - 0
20.02.2002 20:45
Champions League
Barcellona A.S. Roma 1 - 1
20.02.2005 15:00
Campionato
A.S. Roma Livorno 3 - 0
20.02.2011 15:00
Campionato
Genoa A.S. Roma 4 - 3
CLASSIFICA
Juventus 63
Napoli 50
Inter 43
Milan 39
A.S. Roma 38
Lazio 37
Atalanta 35
Fiorentina 34
Torino 34
Sampdoria 33
Sassuolo 30
Parma 29
Genoa 27
Cagliari 24
Spal 22
Empoli 21
Udinese 19
Bologna 18
Frosinone 16
Chievo 6
SONDAGGI

Ha fatto bene Totti a rilasciare le dichiarazioni di ieri?

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!