Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su
Il Messaggero

(15/05/2019)

Il timore di finire come l’amico Totti

Da una parte la voglia di continuare a giocare con la Roma; dall'altra la decisione di non rinnovargli il contratto, con il club pronto a far restare De Rossi in azienda (cit. Fienga) ma con mansioni inedite. Tutte fuori dal campo. Non si è arrivati ad un accordo perché Daniele vuole continuare a fare il calciatore («Ma loro non hanno voluto»), anche lontano dalla Capitale e forse nel nostro campionato (occhio all'estero, cioè Usa), e pure perché - analizzando il suo virgolettato - non condivide la gestione della Roma attuale. Da qui il suo no all'offerta formulatagli dal ceo Fienga di restare/entrare nei quadri societari.
 
Le sue parole aiutano a capire l'intera questione. «Il non rinnovo del contratto mi è stato comunicato ieri (lunedì, ndr), ma ho trentasei anni e non sono scemo. Ho vissuto nel mondo del calcio: se nessuno ti chiama per un anno o per dieci mesi, nemmeno per ipotizzare il contratto, la direzione è quella». Nessuno, insomma, a Trigoria si è preoccupato di affrontare la faccenda nei tempi giusti. Ci ha provato un paio di volte l'ex ds Monchi («Mi aveva rassicurato»), che però a marzo ha fatto i bagagli ed è tornato in Spagna. E da quel momento in poi, come riferito da Fienga, nella Roma ha regnato tanta, troppa confusione. 
 
«Ci siamo parlati poco quest'anno, un po' mi è dispiaciuto. Le distanze a volte creano questo... E spero che si migliori perché sono un tifoso della Roma». Chiarissimo il riferimento al presidente James Pallotta, che da oltre un anno non mette piede a Trigoria. Con una frecciata anche a chi rappresenta il bostoniano nella Capitale e che, al di là del mea culpa di Fienga, non ha preso in considerazione la faccenda nei tempi e con i modi dovuti. Problema sottovalutato? Troppo rinviato, piuttosto. «Non ho rancore nei confronti di nessuno, parlerò col presidente un giorno... E con Franco Baldini (sdoganato per la prima volta in Casa Roma, ndr)». Baldini, dunque, esiste. E da lontano detta la linea e suggerisce molte mosse a Pallotta. 
 
Una figura che nell'azienda (AS Roma, si chiama) non c'è, ma in realtà c'è. Eccome. «Io a un giocatore come me avrei rinnovato il contratto, perché quando ho giocato ho fatto bene e nello spogliatoio non creo problemi, anzi li risolvo. Se fossi un bravo dirigente, come dice Fienga, mi sarei rinnovato il contratto».
 
IL LAVORO SPORCO
Poi, una frase che non lascia spazio a dubbi sui motivi che l'hanno portato a dire no alla scrivania. «Fare il dirigente non mi attira particolarmente, anche se qui a Roma avrebbe un senso diverso. La sensazione è che, anche guardando chi mi ha preceduto, ancora si possa incidere poco (e guardava Totti... ndr), si possa mettere poco in un ambiente che conosciamo bene. (...)
 
M. Ferretti


Notizie correlate

23/05/2019 - (Il Messaggero)

Petrachi, percorso tutto in salita per piazzare i sopravvalutati

«Rivoluzione» è il termine maggiormente accostato alla Roma...

23/05/2019 - (Il Messaggero)

Roma, la notte dei grandi saluti

Non è ancora tempo di saldi, pericolosissimi nel calcio per...

22/05/2019 - (Il Messaggero)

De Rossi, il caso entra a Montecitorio

Per il saluto di De Rossi saranno presenti 63mila...

22/05/2019 - (Il Messaggero)

Roma, Gasperini per forza

In piena volata, e a meno di una settimana dal possibile annuncio...

21/05/2019 - (Il Messaggero)

Petrachi verso le dimissioni dal Toro

Dopo mesi di stallo, la prima mossa è stata fatta...

21/05/2019 - (Il Messaggero)

Totti in cerca d’autore

«Ancora non so niente sul mio futuro ruolo nella Roma...

20/05/2019 - (Il Messaggero)

Sedotto e poi abbandonato: Ranieri saluta in stile Garcia

Eppure ci ha provato, questo non si può certo negare...

20/05/2019 - (Il Messaggero)

Il futuro di Totti avvolto dal fumo di Londra

Chi sa le cose, assicura che dietro la sua assenza a Reggio...

20/05/2019 - (Il Messaggero)

Roma, tecnico di consolazione

Aritmeticamente la Roma rimane ancora in corsa per il 4° posto...

19/05/2019 - (Il Messaggero)

La somma degli orrori di una stagione

L’obiettivo della Roma era vincere la partita per continuare...

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet a Roma - SEO SEM
Iamauto
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
26.05.2019 20:30
A.S. Roma - Parma 
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
18.05.2019 20:30
Sassuolo - A.S. Roma 0 - 0
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
24.05.1981 15:00
Campionato
Avellino A.S. Roma 1 - 1
24.05.1992 15:00
Campionato
A.S. Roma Bari 2 - 0
24.05.2003 15:00
Campionato
A.S. Roma Atalanta 1 - 2
24.05.2008 21:00
Coppa Italia
A.S. Roma Inter 2 - 1
24.05.2009 15:00
Campionato
Milan A.S. Roma 2 - 3
CLASSIFICA
Juventus 90
Napoli 79
Atalanta 66
Inter 66
Milan 65
A.S. Roma 63
Torino 60
Lazio 59
Sampdoria 50
Sassuolo 43
Spal 42
Bologna 41
Cagliari 41
Parma 41
Fiorentina 40
Udinese 40
Empoli 38
Genoa 37
Frosinone 24
Chievo 16
SONDAGGI

Ha fatto bene Totti a rilasciare le dichiarazioni di ieri?

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!