Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su

Dettagli Partita

01.10.2011 a 18:00 Roma, Stadio Olimpico Spettatori: 36200
A.S. Roma
3 - 1
Atalanta
Arbitro: Domenico Celi di Bari Campionato-partita

Marcatori
Perez Bojan Krkic (20)
Pablo Daniel Osvaldo (31)
Fabio Enrique Simplicio (80)
Denis (48)
Formazione
Bogdan Lobont
Valdes Diaz Josè Angel
Gabriel Ivan Heinze
Nicolas Burdisso
Miralem Pjanic
Daniele De Rossi
Fabio Enrique Simplicio
Aleandro Rosi
Pablo Daniel Osvaldo
Francesco Totti
Perez Bojan Krkic
Consigli
Masiello
Capelli
Manfredini
Bellini
Schelotto
Cigarini
Brighi
Padoin
Moralez
Denis
Panchina
Gianluca Curci
Fabio Borini
Cicero Joao De Cesare - Cicinho
Simon Thorup Kjaer
Marco Cassetti
David Marcelo Cortes Pizarro
Marco Borriello
Frezzolini
Peluso
Raimondi
Caserta
Gabbiadini
Tiribocchi
Sostituzioni
Fabio Borini -> Perez Bojan Krkic (61)
David Marcelo Cortes Pizarro -> Francesco Totti (69)
Marco Borriello -> Pablo Daniel Osvaldo (85)
Brighi -> Bonaventura (56)
Moralez -> Gabbiadini (75)
Cigarini -> Caserta (90)
Ammonizioni
Fabio Enrique Simplicio (49)
Cigarini (52)
Padoin (60)
Espulsioni
Nessuno. Nessuno
Cronaca
Se di spada o di fioretto non importa. La Roma sfata due tabù in un colpo solo nel fortino amico, quello dell’Olimpico. Una casa in pratica stregata dove non si vinceva dal 22 maggio scorso e dove Slovan Bratislava, Cagliari e Siena erano riuscite ad uscire con il sorriso stampato sulla loro faccia. Ci volevano la sterzata di Parma, l’arrivo di una delle squadre più in forma del torneo e la capacità di Luis Enrique di saper adattare i giocatori gestendo e modificando i suoi ferrei dettami d’inizio campionato. La Roma vince a Roma e, soprattutto, riesce a segnare più di un gol in 90 minuti. Che si vuole di più?

Riveduto e corretto – La Roma del secondo tempo di Parma deve essere piaciuta molto a Luis Enrique che torna a schierare Bojan dal primo minuto. A sorpresa però non c’è Pizarro ma il redivivo Fabio Simplicio. La novità tattica è quella del centravanti. Non ci sono più due attaccanti esterni ma Bojan e Osvaldo che a turno riescono ad occupare la zona centrale dell’area di rigore avversaria. L’avvio bergamasco, tiri di Padoin e Moralez, lascia qualche dubbio sull’approccio alla gara cancellato però alla prima occasione per la Roma. Totti, al solito, inventa verticalizzando per Osvaldo che calcia trovando sulla sua strada la scivolata di Masiello. Cinque minuti dopo, siamo al 18°, Totti scaglia una sassata dai venti metri, Consigli si supera deviando in corner, restando poi immobile sul susseguente colpo di testa di Burdisso. La palla però termina fuori di poco.

Sorriso e mitraglia – E’ il 20°, De Rossi, da centrocampo, lancia in area Bojan che controlla alla perfezione e batte Consigli in uscita. Tutto in pochi secondi. La rete si gonfia, il pubblico alza le braccia e il sorriso di Bojan si allarga per quello che rappresenta il primo gol in maglia romanista. Lo spagnolo, su di giri, inventa dieci minuti più tardi un’altra grande giocata. Da sinistra si accentra calciando a giro con il pallone che per poco non si infilava nella porta di Consigli. Lo stesso portiere nerazzurro però alza bandiera bianca al 31°: Rosi, di testa, riesce ad imbeccare Osvaldo che scavalca con un pallonetto il portiere, depositando a porta vuota il due a zero. Corsa sotto la Sud e mitraglia compresa nel prezzo, per chi se la fosse persa in diretta durante la gara contro il Parma. L’Atalanta è completamente cancellata e la Roma va vicina al tris con Pjanic che scarica con tutta la rabbia possibile il pallone, colpito al volo, su Consigli. Al 45° invece, Totti, dalla bandierina, tira direttamente in porta beffando il portiere che però ha il tempismo giusto e riesce a fermare la sfera.

Paura e controllo – La ripresa inizia con il più classico degli incubi. Angolo per l’Atalanta e colpo di testa vincente di Denis. L’ostacolo maggiore ora è la paura che la Roma riesce a controllare magistralmente, evitando di affondare e limitandosi alla gestione della partita. Schelotto è un furetto e, nonostante superi di continuo Josè Angel, i suoi cross non arrivano mai a destinazione. Colantuono allora prova a rendere più offensiva la sua squadra inserendo Bonaventura per Brighi mentre Luis Enrique concede la passerella a Bojan sostituito da Borini. Al 24° però il Capitano alza bandiera bianca a causa di un problema muscolare. L’entrata di Pizarro permette alla Roma di ridisegnarsi con Pjanic trequartista alle spalle di Borini e Osvaldo. La mossa è intelligente e al 35° porta al tris. Fabio Simplicio serve al limite dell’area Pjanic che restituisce la sfera al brasiliano in area, tocco morbido e palla che scavalca Consigli per la gioia del brasiliano improvvisamente tornato utile alla causa. Il finale diventa cosi una passeggiata sul prato che oggi torna ad essere verde smeraldo, per una Roma finalmente luccicante.

Roberto Rapaglià
Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet - SEO SEM
Architetto Germano Moroni
5x1000 all'Associazione Scodinzolo Onlus - Codice Fiscale 97737450581
Pubblicità su Te la do io Tokyo
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
04.01.2023 a 16:30
A.S. Roma - Bologna 
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
13.11.2022 a 15:00
A.S. Roma - Torino 1 - 1
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
03.12.1967 15:00
Campionato
A.S. Roma Cagliari 2 - 3
03.12.1972 15:00
Campionato
Ternana A.S. Roma 1 - 4
03.12.1978 15:00
Campionato
A.S. Roma Avellino 2 - 1
03.12.1989 15:00
Campionato
Fiorentina A.S. Roma 1 - 2
03.12.1995 15:00
Campionato
Udinese A.S. Roma 1 - 1
03.12.2000 15:00
Campionato
Perugia A.S. Roma 0 - 0
03.12.2009 21:05
Europa League
A.S. Roma Basilea 2 - 1
03.12.2020 21:00
Europa League
A.S. Roma Young Boys 3 - 1
CLASSIFICA
Napoli 41
Milan 33
Juventus 31
Inter 30
Lazio 30
A.S. Roma 27
Atalanta 27
Udinese 24
Torino 21
Bologna 19
Fiorentina 19
Empoli 17
Salernitana 17
Monza 16
Sassuolo 16
Lecce 15
Spezia 13
Cremonese 7
Sampdoria 6
Verona 5
SONDAGGI

Siete d'accordo con il progetto Superlega?

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!