Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalitÓ illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su
Omicidi di Stato

Il papÓ di Gabbo in diretta a Te la do io Tokyo

(15/07/2009)

Questa mattina durante la trasmissione Te la do io Tokyo, in onda su Centro Suono Sport, 101.500 Roma, è intervenuto in diretta Giorgio Sandri, padre di Gabriele Sandri.

“E’ tutto molto difficile e faticoso. E’ un anno e mezzo che stiamo combattendo, combattendo anche insieme a voi e di questo vi devo dare atto e vi ringrazio. Sembra una battaglia persa ma, per fortuna ce ne saranno altre di battaglie e se non sarà sufficiente ci sarà anche una guerra. Vorrei fare un appello ai ragazzi, questo fare non paga, bisogna fare qualcosa di più costruttivo e forse si metteranno un pochino più di paura e quello che è successo ieri ad Arezzo potrebbe non succedere più.
Più dignità ai tifosi, più dignità a tutti i ragazzi, perché ieri sono stati umiliati. Probabilmente Gabriele non ha avuto la giustizia che meritava perché identificato semplicemente come un tifoso e questo è gravissimo. Mi voglio rivolgere a tutti i ragazzi, della Lazio, della Roma, agli amici e non solo, perché c’è tanta gente che è arrabbiata, di stare calmi. Prenderemo delle iniziative, per farci ascoltare tutti insieme.
Credo che questo caso possa arrivare in Europa. Dietro di noi c’è Amnesty International, che ci ha seguito, che è indignata quanto noi. In qualche modo ci faremo sentire in ogni luogo. In Grecia per un episodio simile c’è stata una richiesta di condanna a 25 anni. Un’altra cosa la vorrei domandare a qualche politico. Ma se al posto di Gabriele ci fosse stato il figlio di Manganelli o di Berlusconi, la sentenza sarebbe stata la stessa uscita dal Tribunale di Arezzo? Decisamente no! Si tratta di una sentenza preconfezionata”

Quanto vi da fastidio vedere accostato il nome di vostro figlio al calcio violento, che con Gabriele non c’entra nulla?
“Ci da molto fastidio, proprio perché questo è stato il modo per arrivare a questa sentenza. Hanno usato il calcio e gli Ultrà cattivi per far si che la parte becera dell’opinione pubblica potesse accettare una sentenza del genere. Una cosa squallida per un paese che si definisce civile. Sono veramente amareggiato.”

Cosa si prova ascoltando le parole di Spaccarotella che afferma di piangere dalla gioia?
“E’ la prima volta che Spaccarotella dice la verità”

L’agente ha dichiarato di voler rientrare in servizio.
“Non deve più avere una pistola in mano. E’ uno pericoloso!”

“Volevo aggiungere che parlando di eventuali querele non ho nessun problema… se a chi ha ucciso mio figlio danno 6 anni a me per eventuali diffamazioni al massimo daranno una medaglia!”


Durante il collegamento con il papà di Gabriele Sandri, è intervenuta in diretta anche Patrizia Moretti, mamma di Federico Aldrovandi.
“Buongiorno, vi siamo vicini. Sono contenta di avere questa occasione per parlarti. So che state attraversando un momento frenetico, difficile e volevo dire che vi siamo assolutamente vicini. Quello che stiamo passando noi non dovrebbe esistere umanamente. L’assurdità della lotta in cui ci siamo trovati è assolutamente immensa. Nessuno più di me può capirti ed essere vicino a te, a tua moglie e a tuo figlio.”

Giorgio Sandri ha ringraziato ed aggiunto: “Ti posso garantire che combatterò per Gabriele, Federico e per tante altre ingiustizie, finchè ne avrò le forze. Anche la sentenza del caso Aldrovandi è vergognosa. E’ una vergogna dire che questo ragazzo era un drogato o che altro. Fanno veramente pena. E questo modo di fare non fa altro che accendere ancora di più gli animi. Assumersi le proprie responsabilità farebbe avvicinare di più la gente alle forze dell’Ordine.”



Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet - SEO SEM
BluDental
Pubblicità su Te la do io Tokyo
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Conference League
25.05.2022 21:00
A.S. Roma - Feyenoord 1 - 0
CLASSIFICA
Milan 86
Inter 84
Napoli 79
Juventus 70
Lazio 64
A.S. Roma 63
Fiorentina 62
Atalanta 59
Verona 53
Sassuolo 50
Torino 50
Udinese 47
Bologna 46
Empoli 41
Sampdoria 36
Spezia 36
Salernitana 31
Cagliari 30
Genoa 28
Venezia 27
SONDAGGI

Siete d'accordo con il progetto Superlega?

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!