Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su
La Repubblica

(14/11/2017)

Nella sfida dei grandi Pellegrini ora vuole anche il gol ai cugini

Quando Lorenzo Pellegrini nasceva, Daniele De Rossi aveva 13 anni, e ancora giocava con la maglia dell’Ostiamare. Ventuno anni dopo i due si ritroveranno insieme a giocare il derby, veterano e novizio, immersi nelle stesse emozioni, ma con intensità diverse. Perché per il giovanissimo numero 7 si tratterà di un esordio assoluto in giallorosso, contro la Lazio, almeno in prima squadra, avendone disputati molti con la Primavera del papà di Daniele. Crescendo, soprattutto, con il mito del centrocampista di Ostia, che ha sempre stimato e visto come un punto di riferimento.
 
La delusione per la mancata chiamata di Ventura, si è trasformata in due settimane di lavoro intenso e importante a Trigoria, con Di Francesco che continua a seguire la crescita passo passo di quello che è il suo pupillo, riportato da Sassuolo per entrare nella rotazione dei centrocampisti. E Pellegrini sta collezionando già numeri da titolare: nove le presenze in campionato, 565 i minuti disputati, che non per nulla pochi se si pensa che Strootman ne ha raggiunti pochi di più, 613. Decisivo al servizio dei compagni, con 5 assist, e 9,342 chilometri percorsi, mentre gli manca ancora il gol (anche in Champions), tenuto forse in caldo proprio per un’occasione speciale come quella di sabato. 
 
Nainggolan continua a lavorare per provare a bruciare i tempi, e nessuno dentro Trigoria si sbilancia. Si deciderà in extremis, venerdì, alla vigilia della gara, ma le possibilità sono davvero poche. E quindi Lorenzo dovrà rispondere presente. Risposta che dovrebbe dare, comunque, anche se Radja dovesse farcela perché, in quel caso, è probabile che prenda il posto di Strootman, che è stato anche lui in nazionale. Ripristinando la regola dei tre romani in rosa, che con l’addio al calcio di Totti sembrava esser venuta meno.
 
E invece De Rossi, Florenzi e Pellegrini mantengono la tradizione. Le gambe tremeranno, come è Di Francesco — che ieri pomeriggio ha ritrovato la squadra — ad ammettere. «Cosa è per me il derby a Roma? lo racconto con un aneddoto: la prima volta, prima della gara, siamo andati tutti sotto la Sud. Prima di allora non mi erano mai tremate le gambe, quella volta sì. È un’emozione unica». E ancora: «Sarà una gara di alta classifica — continua Di Francesco a Mediaset — faccio i complimenti a Inzaghi, sta facendo un ottimo lavoro». Da segnalare che, sul fronte stadio, la seconda seduta della Conferenza dei Servizi decisoria per lo stadio della Roma, è stata convocata per venerdì 24 novembre.

F. Ferrazza


Notizie correlate

19/11/2018 - (La Repubblica)

Pellegrini, infortunio col Portogallo

La sosta non sta portando fortuna alla Roma. Dopo Manolas...

18/11/2018 - (La Repubblica)

De Rossi stringe i denti, vuole esserci con il Real. Mese di fuoco per Difra: nove match per risalire

Il recupero di De Rossi e un periodo di partite che rischia...

17/11/2018 - (La Repubblica)

Manolas, la paura e poi il sollievo: niente lesioni ma il Real è a rischio

Un sospiro di sollievo ( parziale) dopo la grande paura...

16/11/2018 - (La Repubblica)

Stadio, il Comune pronto al sì. Le mani di Pallotta sui terreni

La sindaca Virginia Raggi scalpita per fischiare il calcio di inizio alla costruzione del nuovo stadio della Roma. La due diligence, richiesta dal Campidoglio dopo lo scandalo giudiziario che ha portato all'arresto di Luca Parnasi, sembra vicina a una con

15/11/2018 - (La Repubblica)

Le mire saudite sulla Roma: il progetto di bin Salman gelato da Pallotta

L'Arabia Saudita aveva un piano per il calcio italiano...

13/11/2018 - (La Repubblica)

Elsha gol, e il Faraone rivede i tempi d’oro. DiFra: "Felice per la crescita"

Contro la Samp è stata la sua quarta doppietta con la maglia...

12/11/2018 - (La Repubblica)

Roma, le gioie di El Shaarawy e il mistero gaudioso di Schick

Ci sono molte felicità diverse nel 4- 1 che la Roma ha rifilato alla...

11/11/2018 - (La Repubblica)

Schick sarà titolare. La grinta di Difra: "Serve continuità"

“Schick giocherà, non so però se con o senza Dzeko"...

10/11/2018 - (La Repubblica)

L’occasione per Schick, da ex sfida la Sampdoria. Juan Jesus: "Ma Patrik sia più forte di carattere"

Il comune pensare di critica e tifoseria, porta in questi giorni...

09/11/2018 - (La Repubblica)

Paradosso Di Francesco: tra il record in Champions e le voci sul no di Zidane

Criticato e sull'orlo del licenziamento in Italia, protagonista...

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet a Roma - SEO SEM
Medical Pro Forma
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
24.11.2018 15:00
Udinese - A.S. Roma
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
11.11.2018 15:00
A.S. Roma - Sampdoria 4 - 1
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
19.11.1972 15:00
Campionato
Torino A.S. Roma 2 - 0
19.11.1978 15:00
Campionato
A.S. Roma Perugia 0 - 0
19.11.1989 15:00
Campionato
A.S. Roma lazio 1 - 1
19.11.1995 15:00
Campionato
A.S. Roma Piacenza 1 - 0
19.11.2000 15:00
Campionato
Verona A.S. Roma 1 - 4
19.11.2004 17:00
Coppa Italia
A.S. Roma Siena 1 - 2
19.11.2005 20:30
Campionato
A.S. Roma Juventus 1 - 4
19.11.2006 15:00
Campionato
A.S. Roma Catania 7 - 0
19.11.2012 20:45
Campionato
A.S. Roma Torino 2 - 0
CLASSIFICA
Juventus 34
Napoli 28
Inter 25
Lazio 22
Milan 21
A.S. Roma 19
Sassuolo 19
Atalanta 18
Fiorentina 17
Parma 17
Torino 17
Sampdoria 15
Cagliari 14
Genoa 14
Spal 13
Bologna 10
Empoli 9
Udinese 9
Frosinone 7
Chievo 0
SONDAGGI

Ha fatto bene Totti a rilasciare le dichiarazioni di ieri?

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!