Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su

(10/03/2019) A.S. Roma

Ranieri in conferenza stampa: Voglio vedere la squadra morire sul campo

Le parole di Claudio Ranieri, allenatore dell'AS Roma, in conferenza stampa alla vigilia della partita contro l'Empoli
 
Come sono le sue emozioni? "Sono sempre belle, continuo a fare questo lavoro perché mi dà emozioni. Il ritorno a Roma per un romano è un qualcosa di speciale. Emozione massima, l'ambizione, il sapere che è un momento difficile però sono pronto a lottare".
 
Quali indicazioni ha ricavato dagli allenamenti? "Di allenamento vero ne ho fatto uno soltanto e c'erano 12 giocatori, gli altri stavano recuperando dalle fatiche di Oporto. Parlerò con i giocatori per capire se hanno recuperato ma la cosa più importante è la motivazione. Io che vengo da fuori dico che la Champions League è vicina e saranno importantissime le prossime due partite così come sarà importantissimo il pubblico. I ragazzi sono in difficoltà e devono sentirsi benvoluti, da solo non ce la faccio a portare la squadra in Champions League ma con il pubblico che ti soffia dietro tutto può accadere. Da tifoso romanista chiedo l'aiuto a me stesso, visto che sono tifoso".
 
Come valori tecnici cosa l'ha colpita della Roma? Con 55 gol subiti la fase difensiva è la priorità? "Abbiamo fatto 49 gol, quindi la squadra il gol lo riesce a fare. Bisogna essere tutti quanti propensi a rientrare velocemente, parlando di fase difensiva. Molti gol sono venuti in fase di costruzione, con la palla a noi... Persa palla, transizione e gol quindi serve attenzione. Se prendi un gol così il giocatore che ha perso palla si sente colpevole. Quindi l'importante è non perdere palla. Parlerò con i ragazzi e studieremo la situazione più idonea per non perdere tanti palloni in fase di uscita".
 
Per crederci a cosa si può aggrappare lei? "Ai tifosi e alla voglia e alla motivazione che hanno i giocatori. I giocatori per reagire devono sentirsi amati dai tifosi, allora chiedo ai tifosi questo lasciapassare: stateci vicino, abbiamo bisogno di voi. Vogliamo vedere la squadra arare il campo, che sprizzi rabbia e determinazione, questo vogliamo noi tifosi. Poi accettiamo l'errore però prima devi farmi vedere che muori sul campo".
 
Florenzi è un terzino? Zaniolo può giocare sull'esterno? Schick e Dzeko insieme? "Florenzi è universale, può giocare dietro o avanti, dipende poi dalla partita. L'importante è che si riprenda perché da romano capisco cosa sta passando, deve tirare fuori la romanità giusta, petto in fuori e mi aspetto molto da lui. Il ruolo di centrale è quello di Zaniolo però ho 2-3 Zaniolo e devo capire chi può giocare aperto. Il mio dubbio lo scioglierò solo parlando con loro. Schick e Dzeko? Per me devono giocare insieme. Ho visto la rabbia di Schick ad Oporto ed è un giocatore dalla qualità incredibile, è fortissimo. E' vicino a sbloccarsi e sono convinto che i tifosi si innamoreranno di lui".
 
Pastore: "Non l'ho visto quest'anno qui alla Roma. E' un giocatore però di una classe sublime. Io ho bisogno di gente che mi dimostri di voler fare la differenza, devo vedere chi lotta, chi corre e chi si aiuta. Ho bisogno di una squadra, chi fa questo ha più probabilità di giocare. Vale per tutti. Tutti devono dare di più, i discorsi stanno a zero. Ha pagato l'allenatore e ora sono i calciatori a dover rispondere sul campo".
 
Il suo futuro: "Mi vedo adesso qui con voi e mi vedo domani sera in panchina, non vado oltre. Un'altra società non l'avrei mai presa ma la Roma se chiama devo rispondere si".
 
Tanti cambiamenti dopo Oporto, possono influenzare i calciatori? "Non conosco il prima e il nuovo. A me tutte queste cose non mi interessano, non sono bambini di 4 anni, sono uomini e devono dare il meglio. Scuse non ce ne devono essere più. Conoscono il calcio, meritano quello che guadagnano ma devono farlo vedere. Voglio una squadra allegra, sorridente che lotta e che non si arrende. I problemi devono restare a casa".
 
Il suo arrivo a Roma: "Non ho sentito Eusebio, perché capisco l'amarezza per chi viene esonerato, però ho fatto un tifo spaventoso per lui a partire dal primo anno. E' un grande professionista. Ha commesso qualche errore? Tutti li facciamo. Il mio contratto? Ho perso più quando sono andato via di quanto guadagno adesso ma i soldi non contano, conta la maglia".
 
La squadra di oggi e quella del 2009: "Quella di tanti anni fa era una squadra importante, magari sul viale del tramonto perchè c'erano diversi giocatori di una certa età che sono riuscito a motivare il primo anno e meno il secondo, per questo sono andato via. Per quanto riguarda quella di quest'anno non lo so, fatemela vivere e poi vi risponderò. Ai calciatori chiederò tantissimo, voglio il massimo da loro".
 
Perché Roma è così rischiosa come piazza? Bisogna intervenire più a livello mentale o tecnico? "Ho scelto questa piazza per un fatto che tutti sapete. Roma dà delle emozioni che in altri posti non sono così speciali, a Roma si vive 25 ore di calcio, ne parlate 25 ore al giorno in tutte le vostre sedi ed è una squadra quindi che fa notizia, che negli ultimi anni sta lottando sempre per la Champions League e quindi è una delle migliori squadre italiane. C'è una proprietà che sta facendo del suo meglio, che sta investendo dei soldi e che deve far quadrare il bilancio e questo è tutto. L'aspetto mentale è la prima cosa, è quello più importante. Entrare in Champions League è difficile ma io non mollo mai, alla prima difficoltà aumento e cerco di capire il problema senza arrendermi".
 
Dzeko sta segnando meno, perché? Domani giocherà Olsen? "I bomber possono avere un anno no. Quando facciamo le squadre vediamo quali sono i calciatori che fanno gol e che media hanno. Anche Batistuta e Pruzzo hanno avuto un momento no. Mancano 12 partite e vediamo quello che farà Dzeko. Olsen o Mirante? Domani sera saprete".
 
Apertura dei cancelli a Trigoria. Può essere di aiuto? Ha portato la campanella dall'Inghilterra? "Qui ci vuole la campana di San Pietro... Dobbiamo trovare serietà, rabbia e determinazione".

 

Cuccioli Bovari del Bernese

Notizie correlate A.S. Roma

19/03/2019 (A.S. Roma)

Serie A - Giudice Sportivo: Zielinski salta Roma-Napoli

Sono otto i calciatori squalificati dal Giudice Sportivo...

19/03/2019 (A.S. Roma)

Lavoro a Trigoria per Manolas

Niente nazionale per Kostas Manolas. Il difensore greco...

19/03/2019 (A.S. Roma)

Rassegna Stampa Giallorossa - 19 Marzo

La rassegna stampa giallorossa di martedì 19 marzo...

18/03/2019 (A.S. Roma)

Pallotta: Stupito dalle dichiarazioni di Monchi

Dopo le parole di Monchi, nuovo ds del Siviglia ed ex dirigente dell'AS Roma...

18/03/2019 (A.S. Roma)

Di Biagio: Essere accostato alla Roma è stupendo ma non so nulla

Luigi Di Biagio, allenatore dell'Under 21, ha parlato oggi...

18/03/2019 (A.S. Roma)

Monchi: La Roma mi ha aiutato a crescere. Speravo di tornare al Siviglia. Io e Pallotta avevamo idee diverse

Giornata di presentazione a Siviglia per Monchi, ex dirigente dell'AS...

18/03/2019 (A.S. Roma)

Mancini: Zaniolo? Di Francesco lo ha lanciato e lui è stato bravo a cogliere l'occasione

Roberto Mancini, ct dell'Italia, ha rilasciato alcune dichiarazioni al...

18/03/2019 (A.S. Roma)

Rassegna Stampa Giallorossa - 18 Marzo

La rassegna stampa giallorossa di lunedì 18 marzo...

17/03/2019 (A.S. Roma)

Monchi torna al Siviglia: domani la presentazione

Colpo di scena. Dopo aver salutato la Roma, Monchi...

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet a Roma - SEO SEM
Silvio Rossi
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
31.03.2019 15:00
A.S. Roma - Napoli 
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
16.03.2019 18:00
Spal - A.S. Roma 2 - 1
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
19.03.1967 15:00
Campionato
A.S. Roma Inter 0 - 0
19.03.1969 15:00
Coppa Italia
Brescia A.S. Roma 1 - 0
19.03.1972 15:00
Campionato
Mantova A.S. Roma 0 - 2
19.03.1978 15:00
Campionato
lazio A.S. Roma 1 - 1
19.03.1989 15:00
Campionato
Pisa A.S. Roma 1 - 0
19.03.1995 15:00
Campionato
Cagliari A.S. Roma 0 - 1
19.03.2000 15:00
Campionato
A.S. Roma Reggina 0 - 2
19.03.2002 20:45
Champions League
Liverpool A.S. Roma 2 - 0
19.03.2003 20:45
Champions League
A.S. Roma Ajax 1 - 1
19.03.2006 20:30
Campionato
A.S. Roma Messina 2 - 1
19.03.2008 21:15
Campionato
lazio A.S. Roma 3 - 2
19.03.2012 20:45
Campionato
A.S. Roma Genoa 1 - 0
19.03.2015 19:00
Europa League
A.S. Roma Fiorentina 0 - 3
19.03.2016 20:45
Campionato
A.S. Roma Inter 1 - 1
19.03.2017 20:45
Campionato
A.S. Roma Sassuolo 3 - 1
CLASSIFICA
Juventus 75
Napoli 60
Inter 53
Milan 51
A.S. Roma 47
Atalanta 45
Lazio 45
Torino 44
Sampdoria 42
Fiorentina 37
Genoa 33
Parma 33
Sassuolo 32
Cagliari 30
Spal 26
Empoli 25
Udinese 25
Bologna 24
Frosinone 17
Chievo 11
SONDAGGI

Ha fatto bene Totti a rilasciare le dichiarazioni di ieri?

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!