Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Condividi su

(10/07/2019) On Air

Stefano Borghi (DAZN) a Te la do io Tokyo: Per Fonseca il calcio italiano è una grande sfida (audio completo)

Stefano Borghi, telecronista di DAZN, è intervenuto a Te la do io Tokyo, la trasmissione ideata e condotta da Mario Corsi, in onda sui 101.500 di Centro Suono Sport.

“Mi è piaciuta moltissimo la conferenza stampa di presentazione di Fonseca: diretto senza troppi fronzoli. Per Fonseca il calcio italiano è una grande sfida. È vero che il nostro calcio è in crisi, però per gli stranieri rimane sempre un campionato importante dove possono imparare moltissimo. Il suo modulo è il 4-2-3-1, vero, però le sue squadre possono passare al 4-3-3 e al 4-3-2-1 nella stessa partita; nel calcio di oggi i moduli sono solo dei freddi numeri, le sue squadre sono molto dinamiche. Kolarov centrale? Non può essere una soluzione, è un buon terzino ma non può fare il centrale, o almeno quando lo ha fatto al City non mi ha colpito particolarmente. Attenzione alla difesa, è un reparto importante per Fonseca. Il portoghese cerca centrali veloci che sappiano impostare, questi profili sono rari e costano. Mancini? Mi piace, potrebbe fare veramente bene. Attaccante di Fonseca? Non c’è un prototipo, punta pesante o falso nueve. Per Fonseca sono importanti le qualità: deve essere in grado di andare in profondità ma anche di venirsi a prendere il pallone in mezzo al campo. 
 
Il centrocampo di Fonseca non è un centrocampo a due, è un centrocampo a due più uno. Mi spiego. Un centrocampista che di solito viene basso a prendersi il pallone per fare gioco, questo lavoro Diawara potrebbe farlo. L’altra figura, la seconda, è quella del trequartista: secondo me perfetto per questo ruolo sarebbe Lorenzo Pellegrini, lo vedo più lì che davanti alla difesa. Il terzo centrocampista- quello più importante - che la Roma non ha è quello che in Inghilterra definiscono il box to box. In questo ruolo il giocatore perfetto sarebbe Fred, però credo che abbia costi un po’ troppo alti. Per farvi capire, il giocatore che servirebbe sarebbe un Freuler o un De Roon, un centrocampista che macina km e ti porta il pallone avanti. Ordine Pau Lopez, Sirigu, Audero? Mi piacciono tutti e tre, però se dovessi fare un podio ti direi Sirigu, Pau Lopez e Audero”.
Cuccioli Bovari del Bernese

Notizie correlate On Air

23/07/2019 (On Air)

Francesco Balzani a Te la do io Tokyo: Se non viene Higuain la Roma deve andare su Mertens

Durante il suo intervento quotidiano a Te la do io Tokyo...

18/07/2019 (On Air)

Francesco Balzani a Te la do io Tokyo: Higuain si è un po’ ammorbidito rispetto a un mese fa

Durante il suo intervento quotidiano a Te la do io Tokyo...

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet a Roma - SEO SEM
Assistenza iPhone
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
26.05.2019 20:30
A.S. Roma - Parma 2 - 1
CLASSIFICA
Juventus 90
Napoli 79
Atalanta 69
Inter 69
Milan 68
A.S. Roma 66
Torino 63
Lazio 59
Sampdoria 53
Bologna 44
Sassuolo 43
Udinese 43
Spal 42
Cagliari 41
Fiorentina 41
Parma 41
Empoli 38
Genoa 38
Frosinone 25
Chievo 17
SONDAGGI

Vi convince la lettera del presidente James Pallotta?

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!