Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Dal 22 Gennaio Te la do io Tokyo sui 92.700 di Tele Radio Stereo
  • Condividi su

(23/04/2024) On Air

Francesco Balzani a Te la do io Tokyo: La Roma deve scegliere la coppa e fare turnover a Napoli

Francesco Balzani di Leggo è intervenuto a Te la do io Tokyo, la trasmissione ideata e condotta da Mario Corsi, in onda sui 92.7 di Tele Radio Stereo.

"Il Bologna all'Olimpico ha fatto anche meglio dell'Inter, ho avvertito la dominanza, in primis fisica. I demeriti della Roma non sono demeriti di squadra ma di struttura, che sono della Roma come di altri club italiani, vedi la Fiorentina, che va avanti in coppa e scende in campionato o l'Atalanta che fa un punto con Verona e Cagliari quando gioca le coppe. La Roma secondo me ha una rosa che secondo me è inferiore numericamente a quella dell'Atalanta, perché non ha seconde linee affidabili, per cui De Rossi ha due scelte: la prima è fare turnover e andare incontro alle critiche, com'è successo a Udine, Frosinone, Lecce o in altre occasioni, facendo riposare quelli che vengono da battaglie, perché la Roma veniva da tre battaglie molto pesanti; la seconda è quella di spremerli, ma in questo caso o rischi infortuni, com'è successo con Mourinho l'anno scorso, oppure hai delle prestazioni che non possono essere al livello dell'avversario, perché quando hai una squadra del tuo livello, ma più riposata, è chiaro che il fattore stanchezza diventa predominante alla 33ª giornata, non sei alla 3ª o alla 4ª. Il Bologna non ha le coppe e di conseguenza sta molto meglio, anche se mi ha sorpreso, io pensavo che fosse un po' in fase discendente e invece ora ha la Champions assicurata e questo è un miracolo assoluto che hanno fatto Sartori, Thiago Motta e i giocatori, e dobbiamo riconoscerlo, quando un avversario gioca meglio, bisogna farlo. E tutte queste cose ieri hanno portato a una sconfitta dolorosa ma comprensibile, perché la Roma non ha la rosa per fare due competizioni. Quando Ancelotti dice 'preferisco la coppa' poi vince il campionato e la coppa, perché non solo è bravo ma ha anche rose incredibili. La Roma purtroppo deve scegliere adesso. Per me adesso deve scegliere le coppa, a Napoli un po' di turnover lo deve fare. Per esempio per me a Napoli non deve giocare Pellegrini, non regge 3-4 partite di fila. Sono rimaste due partite per la finale, due settimane fa avrei detto campionato, ma ora è così. A Napoli mancherà Paredes, ma puoi mettere Bove, Cristante Aouar. Ormai sei a due partite dalla finale e sappiamo cosa ci hanno dato le finali. Se mi dite settimo posto e finale, io dico sì. La Champions non è abbandonata. Rispetto all'anno scorso la Roma ha dei vantaggi: il primo è che ci sono 5 posti e non 4 e il secondo è che te la giochi con l'Atalanta che sta messa come te. Io me la giocherei la finale, poi può capitare anche un altro Taylor, è vero. I mancati complimenti social della Roma per lo Scudetto dell'Inter? È una cavolata, ma non è una casualità, quando prendo uno schiaffo non devi più porgere l'altra guancia ogni volta. Credo che la Roma da questo punto di vista stia cambiando un pochino. Ti porta qualcosa? No, perché poi ti porta Maresca: non dico che la Roma abbia perso per Maresca, in questo ha ragione De Rossi in tutto e per tutto, però, se possono complicarti i piani, te li complicano, e infatti ti hanno già complicato Napoli, compreso Lotito. Appunto per questo è giusto provare a ridare qualche schiaffo, anche se poi vanno a vuoto, perché sono troppi. Questa dei complimenti per lo Scudetto è ipocrisia social. Sul mercato non ci sono notizie, sul direttore sportivo qualcosa si sta muovendo, qualche messaggio a Burdisso è arrivato. Lì bisogna sbrigarsi, non solo per il mercato in entrata: noi stiamo trascurando la questione Lukaku. Abbiamo visto la differenza tra quando c'è e quando non c'è Lukaku: non sono solo i gol, ma è che quando c'è lui gli avversari giocano in 10, perché mettono un uomo su di lui. De Rossi aveva detto che sono tutti forti? Lo doveva dire, poi però tiene Dybala in campo per tutti i 90 minuti, quindi sa bene la differenza. E Dybala anche ieri ce l'ha messa tutta".


Notizie correlate On Air

21/05/2024 (On Air)

Francesco Balzani a Te la do io Tokyo: De Rossi ha smascherato le carenze della Roma più di Mourinho

Francesco Balzani di Leggo è intervenuto a Te la do io Tokyo

Roma Virtuale - Web agency, Realizzazione siti internet - SEO SEM
Osteria Romana
Le Ali di Camilla - Dona il Tuo 5 x 1000
Pubblicità su Te la do io Tokyo
PROSSIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
26.05.2024 19:00
Empoli - A.S. Roma
ULTIMA PARTITA DELLA ROMA
Campionato
19.05.2024 20:45
A.S. Roma - Genoa 
OGGI NELLA STORIA DELLA ROMA
25.05.1975 15:00
Coppa Italia
Torino A.S. Roma 3 - 0
25.05.1997 15:00
Campionato
Perugia A.S. Roma 2 - 0
25.05.2001 15:00
Campionato
Bari A.S. Roma 1 - 4
25.05.2015 18:00
Campionato
lazio A.S. Roma 1 - 2
25.05.2022 21:00
Conference League
A.S. Roma Feyenoord 1 - 0
CLASSIFICA
Inter 93
Milan 74
Bologna 68
Juventus 68
Atalanta 66
A.S. Roma 63
Lazio 60
Fiorentina 57
Torino 53
Napoli 52
Genoa 49
Monza 45
Lecce 37
Verona 37
Cagliari 36
Frosinone 35
Udinese 34
Empoli 33
Sassuolo 29
Salernitana 16
SONDAGGI

Chi è il responsabile del momento attuale della Roma?

I sondaggi di Marione.net! Clicca per partecipare al sondaggio!